|

5 cose da fare e 5 cose da non fare su Facebook per trovare lavoro

Molti datori di lavoro si informano in rete sui candidati: soprattutto per i più giovani questo può essere fatale, perché oltre al Curriculm vitae ufficiale, ormai vi è anche questa sorta di Curriculm vitae digitale il cui peso sta diventando sempre più consistente, riporta il Tages Anzeiger. Secondo la società di marketing Jim & Jim il 60% dei giovani accede almeno una volta al giorno a Facebook, sul quale spesso postano foto, commenti e video che in alcuni casi potrebbero influenzare negativamente il potenziale datore di lavoro.

social network 1

5 COSE DA FARE – «Al giorno d’oggi è importante sensibilizzare il giovani riguardo al rapporto che hanno con i social media, in particolar modo per quanto riguarda la ricerca di un lavoro», afferma Fabienne Widbolz, portavoce di Adecco Svizzera, la quale spiega cinque cose che dovrebbero essere fatte su Facebook e cinque che non dovrebbero essere fatte assolutamnete. Prima di tutto è necessario utilizzare un’immagine del profilo adeguata, perché la prima impressione è sempre importante. Anche un curriculum vitae approfondito può aiutare. Controllate cosa della vostra pagina Facebook è visibile su Google e agite di conseguenza, aggiungendo o togliendo informazioni, spiegate sempre perché pubblicate i contenuti che postate e infine, non dimenticate mai di postare qualcosa di divertente.

Leggi anche: Dimmi come usi Facebook e ti dirò se ti assumo

5 COSE DA NON FARE – Dal lato opposto, ecco cinque cose che non dovete assolutamente fare se volete fare buona impressione sul vostro potenziale datore di lavoro: non publicate mai link o informazioni di contenuto politico o religioso, non pubblicate mai foto in cui siete in situazioni di festa, evitate di esprimere pareri negativi su una persona in particolare, non vantatevi mai di quello che fate e soprattutto, evitate di scrivere su Facebook quando avete in corpo qualche bicchiere di troppo.