|

Carlo Giovanardi e i pericolosi animalisti che «fanno gli attentati»

Anche Carlo Giovanardi si unisce al coro di destra che difende gli scombinati indipendentisti veneti a dispetto del fatto che stessero addirittura armandosi, e lo fa con i suo stile inimitabile.

Corte Costituzionale boccia Fini Giovanardi  (9)

«Gli animalisti sono molto più pericolosi dei separatisti veneti. Fanno attentati, bruciano furgoni, danneggiano negozi. Ci sono aziende e stabilimenti distrutti e danneggiati da questi estremisti». Così dice Carlo Giovanardi, senatore del Nuovo Centro Destra, a La Zanzara su Radio 24.

GIOVANARDI PALADINO DEL CIRCO – «Una volta sono andato a difendere quei poveracci del circo. Ho trovato venti vegane vestite di nero con le mani verniciate di rosso, che insultavano e mi davano dell’assassino perché mangio prosciutto, parmigiano e uova. In America ci sono leggi che bloccano questi fanatici dell’animalismo. Quella dei separatisti mi sembra invece una retata fatta in osteria».

L’IDEONA AL LAMBRUSCO – Poi, com’è sua d’abitudine parlando a caso, ma di niente, ecco la proposta politica: «I canili in Italia costano 600 milioni di euro all’anno. Mentre la sanità ha problemi drammatici, i farmaci salvavita hanno costi esorbitanti, una spending rewiew la farei. Prima degli animali vengono donne, bambini e famiglie. Mentre la Brambilla dice che non si possono toccare nemmeno i topi per la sperimentazione sui farmaci».

STARVING GIOVANARDI – Un po’ come dire che lui potrebbe rinunciare allo stipendio in favore dei bisognosi e campare con quello che ha accumulato in una vita di stipendi e note spesa da parlamentare, ma ci dev’essere anche qui una qualche Brambilla da qualche parte che glielo impedisce. Altrimenti gliela farebbe vedere lui, a quelli che criticano la casta, che non è solo capace di mangiar prosciutti e quanto è invece altruista e capace di dare.