La fine della storia del cane trascinato dal Suv?

L’Aidaa comunica di aver rintracciato la proprietaria. Che ha dato la sua versione dell’accaduto Il cane trascinato dal suv –...

L’Aidaa comunica di aver rintracciato la proprietaria. Che ha dato la sua versione dell’accaduto

Il cane trascinato dal suv – la cui storia aveva suscitato un ampio dibattito in rete -  “è vivo, ma ricoverato in terapia intensiva presso la clinica veterinaria Euganea di Monselice”. Al telefono di Aidaa, spiega l’associazione in una nota, “è arrivata una telefonata della signora Valentina che si è qualificata come la proprietaria del cane trascinato ieri pomeriggio dal suv nella zona di Faedo nei colli Euganei, in provincia di Padova, comunicandoci che effettivamente il cane era stato trascinato, ma dandoci una versione ‘colposa’ dell’accaduto”.

IL RACCONTO – Secondo la signora, è il racconto fatto, “il cane sarebbe stato affidato ieri pomeriggio a una persona che doveva ospitarlo per sei mesi e nel tragitto, nonostante il cane fosse messo in sicurezza, sarebbe riuscito ad uscire dal finestrino dell’auto e qui trainato per almeno un chilometro (su quel tratto sono state rinvenute le tracce di sangue dai Carabinieri). Abbiamo parlato anche con la dottoressa Lenora Mason della clinica veterinaria Euganea di Monselice, che ha in cura il cane, la quale ha confermato che il cane si trova ricoverato in terapia intensiva presso la clinica in questione e che il quadro per fortuna pur grave è in miglioramento”.

FELICI DELL’ERRORE - “Mai come questa volta sono felice di poter dire di aver sbagliato previsione: il cane non e’ morto come avevamo pensato in un primo momento e questa e’ un’ottima notizia- dice Lorenzo Croce, presidente di Aidaa- La telefonata ricevuta dalla proprietaria ci conferma pero’ la dinamica di quanto accaduto. Ora noi manteniamo la nostra denuncia alla Procura e lasciamo che siano le forze dell’ordine a verificare come sono andati i fatti. Una cosa e’ certa il cane si e’ salvato per miracolo e per questo motivo riteniamo si debba andare fino in fondo a questa vicenda per capire le responsabilita’ di quanto accaduto”. (DIRE)