|

Gli incredibili orrori di traduzione in inglese sul sito dell’Expo 2015 fanno arrabbiare tutti

Max Mais e i fratelli Rapanelli finiscono sotto accusa. Perché? Perché secondo quanto si denuncia in rete le pagine inglesi del sito Expo di Milano non sarebbero tradotte a dovere. Termini sbagliati, espressioni arcaiche o poco consone alla lingua attuale il tutto finisce al vaglio della rete… che non perdona.

errori traduzione expo 8

GARA AL RIBASSO – Le pagine tradotte personaggi ortofrutticoli che fanno parte della mascotte Foody sono finite offline per alcuni giorni. Il blog No Peanuts ha salvato alcuni screenshot e ci ha fatto su un post in merito, denunciando in passato anche la gara al ribasso per i servizi di traduzione (qui i doc in merito e qui), con cifre da fame:

La parola d’ordine è solidarietà. Respingete le “offerte di lavoro” vergognose per Expo 2015! Dite alle agenzie perché le loro richieste sono infami! Se pretendete un futuro migliore per la professione, bisogna resistere insieme. No alla concorrenza sleale. No alla pressione al ribasso

La situazione è anche denunciata dal traduttore letterario e docente Michele Piumini che in queste ore si sta preoccupando di contattare via mail chi può porre rimedio alla questione:

Perdonate la franchezza, ma evidentemente non vi rendete conto della portata mondiale della scandalosa figura che state facendo fare a voi stessi, a Milano e al nostro paese.

IL MAIS CHE UN TEMPO ERA “MAIS” – Si citano alcuni “orrori”. È il caso di Max Mais, inizialmente indicato come Mais al posto del corretto “Corn”.

errori traduzione expo

“He is convinced that he is” non è grammaticalmente scorretto, ma si vede lontano un miglio che è un calco dall’italiano: un madrelingua inglese direbbe “he thinks he is” o qualcosa di simile.

e ancora…

“Soothsayer” è un termine arcaico e letterario: nessun madrelingua inglese lo userebbe riferito a una mascotte che si vorrebbe “fresca”, “giovane” e così via.

Anche se ora Max è diventato “corn” la cache Google non perdona…

errori traduzione expo 2

QUESTIONI DI PRESIDENTI E REGIONI – E ancora ci sono President e President:

errori traduzione expo 3

che Piumini stesso denuncia:

“The President of the Region of Lombardy” e “The President of the Province of Milan”, per vostra informazione, non sono espressioni appartenenti alla lingua inglese (né ad alcuna altra lingua, si capisce).
Volete sapere quali sono gli altri strafalcioni?
Volete correre ai ripari?

Nel caso dei fratelli “Ravanello” che tanto amano il rap figurerebbe una d di troppo. Da radish a raddish. Il plurale previsto non è Radishes?

errori traduzione expo 5

Ecco qui altri screenshot salvati da No Peanuts. Buon (amaro) divertimento.

(Fonte No Peanuts)