L’UE cambia il sapore delle sigarette

E’ una strategia per prevenire gli incendi accidentali: varia solo l’involucro, ma secondo i fumatori l’aroma ne risente Le prime...

E’ una strategia per prevenire gli incendi accidentali: varia solo l’involucro, ma secondo i fumatori l’aroma ne risente

Le prime sigarette “anti incendio”, che rispondono a uno standard che diventerà obbligatorio in Europa a metà novembre, stanno cominciando a essere diffuse in Francia: i primi campioni sono stati consegnati ai rivenditori di tabacco, ha fatto sapere l’associazione dei produttori e tabaccai francesi.

LA SIGARETTA LIP – Per queste sigarette, chiamate “LIP”(lower ignition propensity, ridotta capacità di combustione), ciò che cambia è solo la parte cartacea. Ogni sigaretta avrà ora in poi, lungo la sua lunghezza, due o tre anelli in cui la carta è meno porosa. Quando la combustione avviene in corrispondenza di questi anelli, il tabacco è meno ossigenato, cosa che facilita lo spegnimento della sigaretta, nel caso in cui il consumatore non aspiri molto forte.

BARRIERA ANTINCENDIO – Questi anelli aiutano a “fermare gli incendi accidentali” agendo come “barriere”, ha fatto sapere Imperial Tobacco (la compagnia che produce marche come la francese Gauloise e l’italiana Fortuna).Queste sigarette soddisferanno gli standard richiesti dalla Commissione europea, che prescrive una maggior attenzione nel prevenire gli incendi accidentali.

CAMBIA IL SAPORE? - Il gusto delle sigarette e la loro consistenza non cambiano, dato che il cambiamento coinvolge solo l’involucro cartaceo e non il tabacco. Eppure in Francia, la Confederazione dei tabaccai sostiene di aver ricevuto commenti negativi da parte dei consumatori relativamente al gusto “diverso” delle loro sigarette abituali. I produttori hanno tempo fino al 17 novembre per cambiare tutte le sigarette che offrono. Alcuni, come la Imperial Tobacco Francia hanno già cominciato a fornire le tabaccherie unicamente con sigarette LIP, in modo da eliminare entro la data del 17 novembre prossimo tutte le loro scorte di sigarette convenzionali non “LIP”.