|

La bufala sulle ucraine a cui ogni maschio italiano avrebbe voluto credere

Il Giornale del Corriere ha pubblicato oggi una notizia alla quale chiunque avrebbe voluto credere: chi ospiterà una persona proveniente dall’Ucraina, meglio ancora se una giovane donna «discriminata per futili motivi», riceverà un sussidio di 1450,57 euro al mese. Tutto questo perchè sarebbe stato «Approvato il secondo emendamento della Commissione Europea relativa alla Difesa dell’Incolumità dei Rifugiati Politici appartenenti a stati che richiedono la candidatura all’introduzione comunitaria».

bufala ucraine 11

Leggi anche: La bufala del «serpente della neve» che ti congela il sangue.

UN’IDEA TROPPO GENIALE PER ESSERE VERA – Come se non bastasse, a dare maggior risalto alla notizia secondo la quale chi ospita una giovane ragazza ucraina riceve anche 1.500 euro al mese, vi è un’immagine che ritrae 5 modelle in bikini pronte ad entrare nelle vostre case e ricoprirvi di soldi ed affetto. Un’idea così geniale che non sarebbe mai venuta nemmeno all’Umberto Smaila dei tempi di Colpo Grosso. E infatti si tratta di una bufala, visto che il Giornale del Corriere è un sito dichiaratamente satirico, come è riportato in fondo alla pagina:

Giornale del Corriere è un sito satirico, e dunque alcuni articoli contenuti in esso  sono da ritenere tali. La redazione non vuole offendere nessuno. Se qualcuno dovesse ritenersi offeso dai contenuti di uno o più articoli è pregato di mandare un’email al seguente indirizzo: giornalecorriere@live.it

I COMMENTI SU FACEBOOK – Anche se la notizia era troppo bella per essere credibile e sebbene vi fosse scritto che il Giornale del Corriere si occupa di satira, molte persone sui social network l’hanno presa per vera, guidati da un’ingenuità che può essere seguita solamente da un giustificato entusiasmo: «potrei rinunciare anche al compenso, quando si tratta di fare del bene non riesco a tirarmi indietro!!!», scrive un utente di Facebook riferendosi all’avvenenza delle ragazze in foto,  mentre c’è anche chi si indigna per la destinazione delle risorse economiche: «Ma nessun sussidio agli italiani disoccupati (esodati e assimilati) che sono discriminati dalla società per motivi ancor più futili… Società sessista!!» e chi invecde si preoccupa per i bambini siriani «E PER I BAMBINI SIRIANI NON SI FA NULLA ???????».