|

Corrado Augias ad Agorà racconta il suo libro bruciato

Corrado Augias entra ad Agorà accompagnato da un servizio che racconta il caos alla Camera del MoVimento 5 Stelle durante il voto per il decreto Imu-Bankitalia. Ma ovviamente il centro della discussione è il suo libro bruciato da un attivista grillino che si chiama Francesco Neri.

francesco-neri-libro-augias-bruciato

CORRADO AUGIAS E IL SUO LIBRO BRUCIATO – In trasmissione si racconta dell’intervento di Laura Boldrini a Che Tempo Che fa, delle reazioni e della frase in risposta scritta su Twitter da Claudio Messora. Gerry Greco comincia raccontando dell’intervento alle Invasioni Barbariche di Augias, poi lo scrittore prende la parola: «Ho detto che questi ragazzi sono dei fascisti inconsapevoli: credono di fare cose nuove e non si rendono conto di mimare inconsapevolmente cose che sono già accadute negli anni Trenta». Poi la trasmissione mostra le immagini del suo libro bruciato da Francesco Neri: «Il problema non è la base, ma il fatto che i vertici del MoVimento, compreso quello che non va mai dal barbiere, non si sono mai dissociati. Senti che mi scrive questo: “Sono uno studente di 23 anni cresciuto in una famiglia calabrese che mi ha insegnato onestà ed esperienza. Sono arrabbiato, ma la rabbia grazie al M5S posso trasformarla in proposta. E’ questo pensiero dittatoriale?”. Questa lettera mi ha commosso, perché significa che la politica non ha fatto il suo mestiere. Per questo il paese si incanaglisce».