|

Corrado Augias vince un giro di insulti sul blog di Beppe Grillo

Dopo le reazioni sdegnate dei «cittadini» Di Battista, Nuti e della Valle, che hanno replicato alle dure parole di Corrado Augias sul MoVimento 5 Stelle pronunciate ieri sera a Le invasioni barbariche, arriva anche il post «a tema» sul blog di Beppe Grillo, che prende uno stralcio dell’articolo di Augias pubblicato oggi da La Repubblica e lo apostrofa come «giornalista del giorno», lasciando ai commentatori campo libero per ogni genere di insulto.

Corrado Auguas Movimento 5 Stelle insulti 13“Inquieta ma non sorprende l’attacco (del M5S, ndr) al presidente della Repubblica e gli altri, di stampo sessista, alle parlamentari, e poi i pugni agitati, i volti contratti. Molti di questi sono arrivati in Parlamento senza la minima idea di come funzioni una democrazia, che le istituzioni si reggono solo se rispettano certe regole, che urlare ingiurie e dare di matto in aula serve a far uscire foto sui giornali (del mondo, purtroppo) ma politicamente non porta a niente. Questi poveri parlamentari sono usati dal duo Grillo -Casaleggio come marionette. Il loro capo li chiama “meravigliosi guerrieri“, in realtà li usa nel tentativo di far uscire il suo movimento dall’angolo in cui una riforma in senso bipolare lo ridurrebbe. Dopo l’ubriacatura del 25% arriverebbe la soglia fisiologica che un movimento del genere può raggiungere, la frangia marginale di scontenti che c’è sempre in ogni società” Corrado Augias, su la Repubblica del 1 febbraio 2014 – pagina 26

GLI INSULTI AD AUGIAS – Grillo non aggiunge ulteriori commenti per argomentare il titolo del suo intervento, ma il post non resta certo sguarnito: come da copione, i sostenitori a Cinque Stelle danno la stura alla ben nota ondata d’odio contro il giornalista, reo di aver biasimato il comportamento esecrabile dei deputati del MoVimento, responsabili del caos a Montecitorio dei giorni scorsi.

Leggi i commenti: 

«AUGIAS ALL’OSPIZIO» – «Leccaculo di Renzi», «veterokomunista» (con la k), «vecchietto rincoglionito»: sono solo alcuni degli epiteti che volano sulla pagina, scritti anche da coloro che si dicono «delusi da Augias», evidentemente colpevole di aver espresso e motivato un’opinione. E, in men che non si dica, senza peraltro citare nemmeno uno degli argomenti trattati ieri sera da Augias, ecco che il giornalista diventa «una spia», un «ridicolo che merita di essere accompagnato all’ospizio a calci nel c…», un «servo della dittatura». E non manca nemmeno qualcosa che somiglia vagamente a una minaccia:

uno stercorario che capisce che la palla di merda che l’ha ingrassato sta per finire. peccato sia vecchio. prendiamo nota. non dimentichiamo.

 

LEGGI ANCHE: Alessandro Di Battista, Corrado Augias e lo “scontro” a distanzia che infiamma il web

 

«DARIA BIGNARDI SERVA DEL REGIME» – E nel calderone finisce pure Daria Bignardi, e le sue trasmissioni da «regime propagandistico sovietico» che può «ambire soltanto a condurre il Grande Fratello» e che avrebbe «fatto apposta» a intervistare Corrado Augias dopo Alessandro Di Battista per essere «coerente con il regime»:

corrado augias movimento 5 stelle insulti 15

Due minuti d’odio di orwelliana memoria.