|

Giuseppe Povia e la teoria sulla causa dei terremoti che diventa virale in 2 secondi

Sul bacheca della pagina Facebook di Giuseppe Povia, il cantautore di “Vorrei avere il becco”, “I bambini fanno ooh” e “Luca era gay”, si trattano argomenti di vario tipo: dalle adozioni da parte dei gay, passando per il debito pubblico, fino ad arrivare all’euro. Oggi però Povia si è scoperto sismologo rispondendo ad un messaggio che gli sarebbe arrivato da un fan, il quale si interroga sulla natura dei terremoti, chiedendosi se davvero – come pare abbia accennato Povia  – la loro origine sia da ricondurre a «esperimenti militari in mare» e «test nucleari, soprattutto sotto l’appennino e quindi anche vicino alle zone dove la terra ha tremato ieri».

povia terremoto

LA RISPOSTA DI POVIA – Povia dice di non avere le risposte in merito ai quesiti postigli dal fan e crede che «nessuno abbia la certezza del “Gombloddo”, ma molte cose non tornano». Tra queste vi sarebbero voci secondi le quali 1000 metri sotto L’Aquila vi sarebbe una  «base di esperimenti», ma anche il fatto che la terra «è anche popolata da 7 miliardi di persone che si muovono e questa potrebbe essere un’altra causa (dei terremoti, ndr)». Sotto il post del cantante i commenti non si sono fatti attendere: «Se bisogna parlare per sentito dire, senza portarci dati scentifici, è meglio non dire niente Giuseppe Povia. I tuttologi non vanno da nessuna parte», ma anche «Povia, sei incredibile. Davvero. L’idea che i terremoti possano dipendere dal fatto che ci sono 7 milioni di abitanti che si muovono non sarebbe venuta nemmeno a Jacovitti». E voi che ne pensate: riderete del Post di Povia o inizierete a perdere peso e muovervi di meno per evitare che si verifichino altri eventi sismici?