|

Roxana Rodriguez: la suora di Rieti che ha partorito a sua insaputa

Il Corriere della Sera pubblica oggi una foto di suor Roxana Rodriguez, la 32enne equadoregna che ha partorito qualche giorno fa all’ospedale San Camillo De Lellis di Rieti:

suora rieti

E si racconta:

«Tutto è successo in Salvador, tra marzo e aprile dell’anno scorso, quando Roxana tornò a casa per rinnovare il suo passaporto — racconta don Benedetto, direttore della Caritas diocesana — Come lo possiamo definire? Un revival, il ritorno di fiamma di un’amicizia giovanile… ».

La corsa in sala parto risale a tre giorni fa:

«Non ci ha detto nulla — ha raccontato una consorella, tenendo gli occhi bassi — ultimamente avevamo notato che era ingrassata, ma si era chiusa anche con noi. Mercoledì mattina ha chiamato da sola l’autoambulanza: ce ne siamo accorte perché era aperto il cancello». Che fosse in dolce attesa i sanitari del 118 lo hanno intuito al volo: La religiosa lamentava violenti dolori addominali, piangeva e ansimava. Erano semplicemente doglie. «Non sapevo di aspettare un bambino, avevo solo un forte mal di pancia», ha replicato a chi, con delicatezza, le ha dato l’annuncio. Suor Erminia, la madre superiora (negli stessi minuti in cui il vescovo di Rieti chiariva, dopo consultazioni con le alte sfere, che per la neomamma non c’erano alternative all’abbandono della vita religiosa), si è lasciata sfuggire qualche sofferta parola di biasimo: «Non ha saputo resistere alle tentazioni, ma non ha fatto male a nessuno. Suvvia, lasciateci in pace, quel che è fatto è fatto…».