“Ho fumato in gravidanza per avere un bambino più forte”

Una mamma britannica si dice soddisfatta delle 3.500 sigarette aspirate quando era incinta Fumare durante la gravidanza fa male al...

Una mamma britannica si dice soddisfatta delle 3.500 sigarette aspirate quando era incinta

Fumare durante la gravidanza fa male al bambino? Non tutte le donne ne sono convinte. Charlie Wilcox, una ventenne britannica, ha fumato circa 3.500 sigarette durante i mesi in cui ha portato in grembo sua figlia Lilly. Senza pentirsene affatto. Anzi, rivendicando meriti. Charlie si dice infatti convinta che aver coltivato il vizio mentre era incinta ha contribuito a rendere la nascitura più sana e più forte.

3.500 SIGARETTE – Riducendo l’ossigeno a disposizione del bambino il fumo – secondo la donna – si costringe il cuore del bambino a lavorare di più e a quindi renderlo più forte. “E’ stato un mio diritto e non credo che a Lilly facesse male. Dov’è la prova che fa male?”, chiede la giovane madre a chi la accusa. “Penso che se avessi rinunciato subito lo stress sarebbe stato ancora più dannoso per il bambino”, continua. I medici durante la gravidanza hanno rilevato livelli di monossido di carbonio sei volte superiori al livello di sicurezza. Senza però a riuscire Charlie a desistere. L’hanno avvertita dei rischi di vedere nascere il proprio bambino prematuro, sotto peso, o con una serie di problemi di salute, come infezioni respiratorie. Uno specialista le ha detto: “Il suo bambino sta lottando per l’ossigeno e grida ‘Aiuto’”.

GENITORI SODDISFATTI - Tutto vero? La vicenda è stata taccontata dal Sun, che ultimamente ha raccontato di una madre che iniettava botox alla figlia di 8 anni per farla diventare più bella, storia poi rivelatasi una montatura. Lilly è nata con dieci giorni di anticipo. Al momento della nascita pesava circa 2,8 kg, 500 grammi sotto la media del Regno Unito. Shane Baker, 20 anni, il padre, ha dichiarato: “All’inizio non ero d’accordo con Charlie, ma le ecografie hanno mostrato un bambino sano dal battito regolare”. Il portavoce del No Smoking Day non condivide affatto la posizione dei genitori: “Il fumo durante la gravidanza è estremamente pericoloso”.