“Sono ancora vergine perché ho paura degli uomini”

Una donna “androfobica” si confessa al Sun E’ una storia originale, quella che racconta Emily Day al Sun. Originale e...

Una donna “androfobica” si confessa al Sun

E’ una storia originale, quella che racconta Emily Day al Sun. Originale e tragica allo stesso tempo, visto che la ragazza, 26 anni, ammette di avere una “speciale” fobia che le rovina la vita: quella per gli uomini.

SEE EMILY PLAY - Emily dice: “Questa paura mi ha perseguitato per tutta la vita, non riesco a capire quando è iniziato… Sono ancora vergine. Io non sono lesbica e sono in alcun modo sessualmente attratta dalle donne. Posso guardare foto di uomini con gli amici ed apprezzare sono di bell’aspetto, ma se mi trovo faccia a faccia con un uomo nella stessa stanza ho paura”. Questa fobia nasce in genere dopo aver subito un abuso – ma non nel caso di Emily. Dice: “Non è che un uomo ha mai fatto nulla per farmi del male, sono solo spaventata a morte da loro.”. Una fobia irrazionale che l’ha tormentata fin dall’infanzia. “Sono cresciuta in una famiglia di sole donne e forse questo ha contribuito al problema”, dice. “Papà ha divorziato da mamma quando avevo sei anni e non l’ho più rivisto. Uno dei miei primi ricordi del manifestarsi della malattia è stato quando avevo 13 anni. Ho dovuto firmare per un pacco a un uomo che si era presentato alla porta. Mi sono sentita male e mia sorella mi ha dovuto far sdraiare e riposare per un’ora”.

LA FAMIGLIA MI HA SALVATO – E, spiega ancora Emily, il momento più duro è stato confessare alla madre la sua malattia. Subito dopo ha ricevuto sostegno psicologico. “Il mio medico era uno dei pochi uomini con il quale la malattia non si manifestava. Questo può essere dovuto al fatto che aveva cura di me fin dalla giovane età. Mamma è venuta con me nella stanza di consultazione e ho detto tutto il dottore. Mi sentivo un peso enorme. Ho scoperto di essere affetta da androphobia. “Ero entusiasta di avere una diagnosi, ma mi è stato detto che potrebbe essere difficile da curare. Mi è stato fatto capire che era un problema psicologico. “Ora lavoro come consulente . Sono riuscita ad avere un paio di appuntamenti con ragazzi che ho avuto modo di conoscere a poco a poco ma è sempre impossibile baciarli perché l’intimità è ancora troppo per me da affrontare. “Sembra che la mia paura degli uomini ha lasciato il posto alla paura di intimità. “Spero che un giorno incontrerò qualcuno che lavorerà con me per battere la androphobia e sarò finalmente in grado di sposarsi e avere figli.”.