“Freddie Mercury era gay, le sue canzoni non si possono cantare”

Nel liceo del paese di Sarah Palin non si possono eseguire brani dei Queen per l’orientamento sessuale della popstar deceduta...

Nel liceo del paese di Sarah Palin non si possono eseguire brani dei Queen per l’orientamento sessuale della popstar deceduta per Aids

Buttiglione e Giovanardi non sono soli al mondo nella loro caccia ad ogni cosa che abbia a che fare l’omosessualità. In un paesino d’America le canzoni dei Queen non possono essere cantati perché Freddie Mercury, il loro storico front man morto nel 1991, era un noto omosessuale. Siamo a Wassilla, il luogo che è stato governato a lungo da un sindaco diventato molto famoso. Sarah Palin era il suo nome, ed adesso si capisce chi erano i suoi elettori.

NIENTE QUEEN, IL CANTANTE ERA GAY – Il coro della scuola superiore di Wassilla aveva intenzione di cantare una delle canzoni più famose dei Queen alla cerimonia dei diplomi che chiude l’anno scolastico. Bohemian Rapsody, il singolo che trasformò il gruppo inglese in superstar, era il titolo prescelto, ma appena si è diffuso il programma sono subito arrivate le proteste da parte dei genitori di alcuni alunni, evidentemente in contatto con Giovanardi e Buttiglione per decidere il da farsi. Freddie Mercury era omosessuale, e poteva mai il coro di un liceo intonare la canzone resa nota da un’ugola gay? Mai e poi mai, così al preside del liceo sono arrivate le proteste che intimavano. “Ok, i ragazzi possono cantare, ma niente Queen, è musica del peccato”.

CAUSA SFIORATA – L’allarme del preside è risuonato alto evidentemente, perché all’inizio il principal del liceo dell’Alaska aveva acconsentito alla cancellazione della canzone. I genitori conservatori ed il preside non avevano però fatto conti coi ragazzi. Da una parte volevano proprio cantare la canzone dei Queen, dall’altra pensavano che fosse assurdo vietare Bohemian Rapsody per l’orientamento sessuale del cantante del gruppo inglese. Casey Hight ha così raccontato la sua decisione di far intervenire eventualmente l’ACLU. “Mi sentivo come parte di una discriminazione sessuale da parte della mia scuola, e mi sembrava assolutamente sbagliato.” L’American Civil Liberties Union, un’associazione liberal che combatte nei tribunali per affermare i diritti di tutti gli americani, ha allora minacciato una querela contro la scuola

OK AI QUEEN, ALLA FINE – Il preside del liceo di Wassilla alla fine si è convinto, e ha dato il via libera all’esecuzione di Bohemian Rapsody, cercando però di sminuire l’impatto della canzone. La parte dove il protagonista della canzone racconta di aver ucciso un uomo è stata infatti censurata. Ovviamente non c’era nessun riferimento sessuale, e chissà se i genitori fan di Sarah Palin hanno resistito alle note così peccaminose dei Queen.