|

La bufala delle zingare che ti aggrediscono con il profumo “soporifero”

La forma è la solita del «FATE GIRARE!!!» con grande spreco di maiuscole e punti esclamtivi, ma è una bufala non solo inverosimile, ma addirittura impossibile.

bufala profumo 1

NON FINISCONO MAI –  Ecco ad esempio un post su Facebook che da giugno a oggi è stato condiviso da quasi 200.000 (!!!) persone, tutte truffate da questa sciocchezza che dovrebbe apparire inverosimile a qualunque persona dotata di raziocinio:

MASSIMA ATTENZIONE!!!!!!
FATE GIRARE!!!!
Una mia amica è stata avvicinata ieri pomeriggio nel posteggio di un centro commerciale da due donne,(LA SEGNALAZIONE PERò è ARRIVATA DA QUASI TUTTI I SUPERMECATI D’ITALIA) le hanno chiesto quale profumo usava. Dopo di questo, hanno domandato se voleva provare un campione di una nuova fragranza che le avrebbero venduto ad un prezzo molto vantaggioso.

TUTTO INVENTATO – Inutile dire che oltre alle condivisioni post del genere raccolgono migliaia di commenti in perfetta sintonia, i dubbiosi che s’affacciano a commentare sono rarissimi e sopraffatti dalle decine di messaggi di persone che ringraziano o aggiungono altri racconti sulle gesta criminali degli zingari. Che però non hanno mai aggredito nessuno, in nessun parcheggio di nessun supermercato italiano usando una sostanza capace di rendere incoscienti dopo una breve inalazione. Anche perché una sostanza del genere non esiste proprio e, se non bastasse, non esiste alcuna denuncia o processo a carico di persone che avrebbero compiuto un’impresa del genere.

UNA VECCHIA LEGGENDA METROPOLITANA MADE IN THE USA – In realtà, come già spiegava mesi fa ProtezioneHoax.com si tratta di una bufala che viene dagli Stati Uniti e è già censita tra le Urban Legends americane da anni, poi riadattata da qualche furbacchione razzista nostrano e «vestita» sugli zingari, soggetti perfetti e protagonisti di ogni genere di calunnia costruita similmente sul nulla, come quella che ruberebbero i bambini:

Effettuando una ricerca non si trova alcuna traccia della notizia sul sito del Carrefour o, ad esempio su quello dell’Auchan. In realtà, come riporta Urban Legends, si tratta della traduzione dall’inglese all’italiano d’una mail che gira sin dal 1999. Il messaggio è più o meno sempre uguale, a volte cambiano i supermercati dove avverrebbe il furto, ma nessuna reale denuncia è stata fatta alle autorità.
L’unico riferimento è una denuncia del 1999 da parte di una donna americana, Bertha Johnson, che denunciò alla polizia una vicenda del genere per giustificare il fatto che le erano spariti 300 dollari che aveva avuto in consegna da da un’altra persona per una commissione. In generale, come scrive Magnaromagna, una delle giustificazioni più utilizzate da chi si impossessa di denaro prestato è proprio quella dell’aver subito un furto.
Il Dr. Matthew Barnhill, tossicologo dell’Alabama Department of Forensic Sciences (ADFS), interpellato in merito ha risposto che è praticamente impossibile a far svenire qualcuno con una semplice spruzzata ad una certa distanza: una qualsiasi droga o prodotto chimico dovrebbe essere inalato direttamente senza essere mischiato e quindi mitigato dall’aria. Solo con l’inalazione diretta (o per ingestione o iniezione) è possibile far svenire una persona, il cloroformio è troppo volatile nell’aria per essere efficace..