|

Ecco come sono diventata bevendo tre litri d’acqua al giorno

Il Daily Mail  ci racconta la storia di Sarah Smith che ha provato a bere tre litri d’acqua al giorno per un mese così da provare sul proprio corpo gli effetti dati dall’idratazione del corpo. In realtà non si tratta di un capriccio ma di una terapia consigliatole dal suo neurologo che le ha prescritto tutta quell’acqua per risolvere la sua cefalea ed i suoi problemi digestivi.

Ecco come sono diventata con tre litri d'acqua al giorno
Il confronto tra prima dell’esperimento (a sinistra) e dopo (a destra)

PERCHÉ TRE LITRI D’ACQUA – Con tre litri d’acqua, questo il parole del terapeuta, la donna non avrebbe più sofferto ed il suo corpo avrebbe lavorato al meglio. E per certificare il proprio impegno decise di fotografarsi giorno per giorno per immortalare gli effetti dell’idratazione. Il primo giorno, per sua stessa ammissione, dimostrava dieci anni più dei suoi 42 a causa delle occhiaie e delle rughe sul viso. L’acqua con il passare dei giorni ha lavato via le tossine ed ha aiutato le cellule a ricevere il loro nutrimento. L’effetto della bevuta si è fatto sentire già il primo giorno a causa delle sei volte in cui è andata in bagno al posto delle solite tre per fare la pipì. I reni però hanno beneficiato già da subito della nuova condizione.

 

LEGGI ANCHE: Questa fiamma è solo acqua

 

I PRIMI BENEFICI – Già nei primi giorni la pelle appariva migliore, più colorita, nonostante continuasse a bere le sue tazze di thè al giorno, ricordando che l’alcol è un diuretico efficace che agisce direttamente sui reni. Per ogni drink alcolico il corpo riesce ad espellere fino a quattro volte il liquido, ed è per questo che si patiscono i postumi da sbornia, con il cervello che viene privato d’acqua. Dopo una settimana Sarah ha perso quasi mezzo chilo e la sua pelle ha guadagnato tono, con le occhiaie che hanno iniziato a svanire, così come le macchine sul suo viso. E non solo, l’acqua ha fatto svanire nel nulla la cellulite ed ha anche limitato i suoi disturbi di stomaco.

UNA PERSONA DIVERSA – La terza settimana ha sancito la scomparsa delle occhiaie con la pelle che appariva più nutrita e bella. Merito dell’acqua che rigenera le cellule aiutando la loro alimentazione. Anche gli occhi sono più idratati mentre sono diminuiti i problemi respiratori. Inoltre, come ha ricordato la dottoressa Emma Derbyshire della Manchester Metropolitan University il cervello è composto al 73 per cento d’acqua ed un’eventuale disidratazione è in grado di rovinare le sue funzionalità. Tanta acqua poi limita la dieta, con il risultato che si mangia meno. L’ingresso nella quarta settimana ha sancito la perdita di un altro mezzo chilo ed un dimagrimento di una misura. Il viso è cambiato, la pelle è morbida come quella di un bambino ed ora si sente meglio, un’altra persona. Merito di tre litri d’acqua al giorno. (Immagini di repertorio / Photocredit Daily Mail)