11: la maledizione del numero primo

Per le disgrazie delle terre c’è un solo colpevole, la matematica e i Maya non possono mentire Una volta associavamo...

Per le disgrazie delle terre c’è un solo colpevole, la matematica e i Maya non possono mentire

Una volta associavamo il numero 11 a Gigi Riva, o ad altre giocatori di gran classe che stazionavano all’ala sinistra. Certo, era anche il numero di Bubu Evani, ma vuoi mettere il fascino del doppio 1? Da un po’ di tempo però sono sempre più forti degli indizi sinistri a proposito dell’11. Il titolo delle lettere del nome di Gesù Cristo in inglese è 11, New York è l’undicesimo Stato ad essere entrato negli Stati Uniti e cosa è successo l’11 settembre?

LA DISGRAZIA NON E’ SOLO BIANCONERA - E non è solo la Juventus che gioca sempre con questo numero di giocatori in campo, e guardate che fine sta facendo. No, il Corriere della Sera ci informa che c’è qualcosa di più. Prima un film

Un legame tra 11 e disastri che ha portato il mondo del cinema a dare vita anche ad un horror (nel 2010) «11.11 la paura ha un nuovo numero».

La mancanza di soggetti originali nel cinema contemporaneo è tale che se ad un regista è venuta questa idea qualcosa di grosso ci deve essere, nascosta magari, ma c’è. E il Corriere presenta alcune coincidenze che no, non possono essere casuali. Quando è successo il tragico tsunami in Giappone? L’11 marzo, e nella memoria recente altre terribili tragedie sono successe proprio lo stesso giorno. Nel 2004, in Spagna, era l’11/3 quando i terroristi islamici fecero saltare in aria la stazione di Madrid. E per punizione divina è arrivato Zapatero, che infatti ha subito legalizzato i matrimoni gay, ennesima prova che Sodoma e Gomorra si sta ripetendo.

E LE TORRI GEMELLE? - E già, l’11 settembre l’abbiamo stampato in testa tutti noi, e il più importante avvenimento del nuovo secolo, del secondo millennio, è capitato un’altra volta l’11. “E l’11 settembre, dove lo vogliamo mettere?” si chiederebbe Carlo Verdone, e ce lo chiediamo tutti noi. Questo doppio numero che si ripete, il numero 1 poi, il più importante, deve avere qualcosa di magico, che si associa a qualche oscura trama alienagiudoplutocraticamarxistanazistaanarcocapitalista che sicuramente soggiace ad una nuova era di dominazione della Terra. Bisogna indagare, e la Rete, la voce del nuovo millennio, ci saprà dare la risposta.

DIGITANDO 11/11 - Se si googla 11/11 viene subito fuori questo pezzo meraviglioso, che apre nuove orizzonti di coscienza che neanche le LSD o le poesie di William Blake

La potente energia che accompagna la sequenza numerica data dall’ 11:11 da tempo ci incuriosisce. Qual’è il profondo significato esoterico ed iniziatico del numero 11? Ricorda il numero riferito ai primi discepoli di Gesù, tolto il traditore Giuda. L’11 è detto il numero delle rivelazioni, ma simboleggia anche la forza, e chi è sotto il suo influsso ritiene di avere un messaggio da comunicare al prossimo. Dio l’Uno aggiunto al mondo, 10, è il segno dell’inizio della Conoscenza assoluta cioè dell’ingresso nella vita superiore dei Cieli. Chi si occupa dello studio della geometria sacra, sa che tutto l’universo è “matematica comunicativa” prodotta da forme geometriche che hanno un’esatta corrispondenza numerica e sonora. Si può quindi asserire che qualsiasi cosa/forma sia esprimibile in numeri o melodie, così come che il DNA umano reagisca alle sollecitazioni di detrminati codici numerici o melodici “vibranti”. Uno di questi è proprio l’ 11:11.

LA FINE DEL MONDO ALL’11/11 - Incredibile, la matematica comunicativa ci apre nuove incredibili rivelazioni che dobbiamo approfondire per informare i lettori delle catastrofi che stanno per succedere.

In date contenenti il numero 11 sono successi diversi fatti, stati siglati accordi, dichiarate guerre e condotti attentati sanguinosi (ad es. 11 settembre 2001 a New-York, 11 Marzo 2004 a Madrid).Questa sequenza/codice, oltre ad essere notata sui display digitali con incredibile sincronicità è associata, nell’immaginario collettivo, alla fine dei tempi predetta dal famoso calendario Maya. Questo calendario, celebre soprattutto per l’estrema precisione, ha definito una data e un ora in cui cesserà di esistere il vecchio sistema basato sul contrasto per lasciar posto ad un nuovo paradigma fondato sull’apparetenenza ad una coscienza cosmica: il 21/12/1012 alle ore 11:11!

I MAYA E LA RETE NON POSSONO MENTIRE - No, la verità è quindi accertata. Alle 11:11 del 21 12 1012 del Calendario Maya tutto finirà. Un’equazione confermata da 21/12/2012 = 2+1+1+2+2+0+1+2 = 11. E lo conferma pure Google, che ogni volta che si presenta il numero 11 qualche catastrofe arriverà. Guardate quando Gianfrano Fini tiene questo discorso, e il crollo di Futuro e Libertà nei sondaggi. Berlusconi quindi è sopravvissuto grazie alla magia del numero 11/11, la matematica cosmica non può smentire. Tutto si tiene dunque: le catastrofi capitano l’11, chi fonda i partiti l’11 crolla, Berlusconi sopravvive grazie all’11, e il suo Milan vinceva nosostante Bubu Evani. Tutto ormai è chiaro, perfino gli alieni ce lo dicono.

Scappiamo, finchè siamo in tempo, e non formate gruppi di fuga da 11, mi raccomando.