|

«Ho comprato io il pene di gomma al mio ragazzo»

Che nessuno si impressioni più per un fallo di gomma era cosa nota tempo, ma che i cosiddetti sex toys potessero essere anche impiegati in un buffo tentativo di riuscire a ingannare i controlli antidoping non ci aveva ancora pensato nessuno. La notizia è stata riportata dalla Gazzetta dello Sport.

Sara Malpetti (Fonte: Gazzetta.it)
Sara Malpetti (Fonte: Gazzetta.it)

IL DILDO DELLA FIDANZATA – A riempire questo buco nel fantastico mondo delle notizie di cronaca bizzare ci ha pensato però il siepista Devis Licciardi con l’aiuto della fidanzata. L’atleta infatti si era presentato al controllo antididoping con un fallo di gomma nelle mutande che conteneva urina pulita. Il siepista è stato così deferito dalla Procura antidoping del Coni che ha chiesto una squalifica di due anni e mezzo. Ma non basta, perchè il pene finto sarebbe stato acquistato su internet da Sara Malpetti, a fidanzata di Licciardi, che avrebbe anche fornito l’urina pulita per provare a ingannare i controlli: il procuratore avrebbe chiesto due anni di inibizione anche per lei. In caso di condanna, la ragazza non potrebbe tesserarsi al Coni nè frequentare impianti sportivi per tutta la durata del provvedimento.