|

La bufala di Berlusconi benedetto da Padre Pio

Don Andrea Livio, prete comasco, cugino e “consigliere spirituale” del Cavaliere, ha appena rilasciato un’intervista al settimanale “Miracoli”, nelle quale ha raccontato il simpatico aneddoto.

padre_pio

LA BUFALA DI PADRE PIO –

«La zia di Silvio, Marina, era figlia spirituale di Padre Pio. Padre Pio era anche profeta e leggeva nell’intimo delle persone. Qundo Silvio aveva nove anni, padre Pio chiese alla zia di portargli Silvio perché, disse, quel bambino aveva bisogno di essere benedetto in quanto da grande sarebbe diventato un uomo molto importante e avrebbe fatto grandi cose».

VECCHIA STORIA – Ma quell’incontro, stando a quello che scrivono su Libero di oggi (a dispetto del titolo), non ci sarebbe mai stato, piuttosto sembra essere stato partorito dalle fantasie di un utente del forum NWO (Nuovo Ordine Mondiale), che nel 2003 ha scritto:

La zia di Berlusconi, sorella del padre era una figlia spirituale di Padre Pio e frequentava la mia mamma in quel di S. Giovanni Rotondo. Spesso si trovavano assieme, soprattutto nei periodi natalizi, pasquali, il periodo del 5 maggio (all’epoca giorno dell’onomastico di Padre Pio), il 25 maggio giorno del compleanno di Padre Pio. Era usuale che tutti i figli spirituali del Padre parlassero di ciò che aveva detto il Santo frate ad ognuno di loro. Ed in uno di questi incontri la zia del Presidente del Consiglio confidò alla mia mamma che Padre Pio aveva scritto una dedica particolare per suo nipote Silvio. La dedica parla della protezione della Vergine contro tutti coloro che avrebbero voluto fargli del male. Come potete vedere oltre che una dedica, vedendo tutto ciò che gli è successo in questi anni, e soprattutto negli ultimi giorni, questa è anche una delle tante profezie di Padre Pio. Naturalmente negli anni dopo la morte di Padre Pio mia mamma e la zia di Berlusconi si sono perse di vista. Questo però fu un episodio che mia mamma si ricordò quando Berlusconi diventò Premier la prima volta, chiedendomi di indagare se la signora Berlusconi fosse parente del Premier. Cosa che io ho fatto, ed ora, posso dirvi per certo che la dedica della protezione della Madonna era veramente per quel ragazzo dell’epoca, che ha per nome Silvio Berlusconi.

PRETI PER SILVIO – Da allora la storia è riemersa in diverse occasioni con minime variazioni, a sottolineare suo il carattere di predestinato dagli dei. Berlusconi ci ha sempre tenuto a presentarsi bene agli occhi dei devoti, mostrandosi molto generoso nel confronto di certi sacerdoti, soprattutti quelli pronti a coprirlo di lodi. E il cugino Livio non scherza:

«Queste vicende calunniose mi hanno profondamente ferito, amareggiato oltre che disgustato, pensando come è possibile che qualcuno possa architettare ad arte tali vergognose accuse solo per diffamare una persona buona come Silvio»

«Sono sicuro che non ha fatto nulla di quello di cui si parla. Troppi personaggi lo vogliono colpire e screditare agli occhi di tutti gli italiani, che lui ama e porta nel cuore».