|

La bufala sui soldi gratis agli immigrati su Repubblica

Soltanto una bufala «anti-immigrati», pubblicata in rete per fomentare, in un momento di profonda crisi economica, i sentimenti xenofobi e razzisti verso le comunità di migranti. Una foto taroccata, con un presunto articolo di Repubblica.it, che annunciava una legge attraverso cui agli immigrati sono concessi «1400 euro al mese, alloggi, bus gratuito e buoni pasto». Con tanto di titolo “gridato”: «Scandalo». Peccato che, come spiega anche il gruppo su Facebook “Il Muro dei boccaloni“, si trattava di un fake.

Immigrazione bufala

LA BUFALA SU REPUBBLICA E I SOLDI GRATIS AGLI IMMIGRATI – Non è certo la prima volta che diversi siti (anche d’informazione), blog e gruppi on line strumentalizzano le notizie di cronaca che riguardano gli stranieri, ingigantendo o riportando notizie “modificate” ad hoc. In questo caso, bastano poche ricerche sul web per capire come la versione on line di Repubblica non abbia mai pubblicato questo articolo, del quale non c’è traccia in rete. In fondo, lo stesso stile e le parole utilizzate lasciavano non poche perplessità. Spiega anche il “Muro dei Boccaloni”, noto per ricercare in rete falsi e panzane di vario tipo: « A prima vista sembra una pagina del quotidiano Repubblica. Solo che dai dettagli si vede che è un fake (bufala) buono per provocare migliaia di condivisioni e di commenti indignati. Naturalmente qualsiasi ricerca fatta non porta a nulla. Chi ha diffuso questa bufala? La solita pagina dei bufalari», si legge. Tutto mentre, nel link che riporta il fake, i commenti con stile razzista impazzano: «Quando ci uniremo per riprenderci l’Italia?», azzardano alcuni. Altri se la prendono con i politici o invitano a ribellarsi contro gli immigrati, con i soliti slogan. Solo pochi fanno notare come sia molto semplice capire che l’articolo sia soltanto un fake.

LA QUESTIONE DELLA LEGGE – L’articolo fa riferimento poi a una legge della provincia autonoma di Trento, sul reddito di garanzia, grazie alla quale sarebbero concessi agli immigrati non soltanto 1400 euro per non fare nulla, ma anche alloggi popolari a costi agevolati, bus gratuiti e altre agevolazioni. Viene anche riportato, in altri siti, il link della legge, dove si sottolinea una presunta discriminazione nei confronti degli italiani. Peccato che anche in questo caso nella legge non viene prevista alcuna corsia preferenziale per i migranti (non viene mai citato il termine, né quello di extra-comunitari). Ma non solo: ci sono determinati requisiti per poter accedere ai sussidi, di certo abbastanza stringenti. Tra i destinatari si parla di nuclei nei quali è presente almeno un componente che lavora o ha perso il lavoro per causa a lui non imputabile da meno di 24 mesi ed è in grado di riassumere un ruolo lavorativo. Oppure è in cerca di prima occupazione da meno di 12 mesi a seguito di fuoriuscita dal nucleo di altro componente produttore di reddito da lavoro. Allo stesso modo tra i requisiti si cita:

Immigrazione bufala 2

 

Quindi, anche in questo caso, vengono smentite le presunte discriminazioni a danni degli italiani in favore dei migranti. Anche in passato notizie simili circolavano in rete. Un vizio diffuso, con il solo obiettivo di aizzare sentimenti di xenobofia.