|

La minaccia della trappola del sesso su Skype

In Germania la polizia ha lanciato l’allarme riguardante una minaccia che si nasconde in Skype: infatti una banda di estorsori online starebbe operando in Europa, solo in questa settimana sono stati segnalati diversi casi a Hessen. La banda opera più o meno così: la vittima riceve una richiesta di contatto sui social network da una giovane donna che chiede subito a chi cade nel tranello di continuare la conversazione su Skype per potersi vedere via webcam. Dopo pochi istanti la donna si spoglia rimanendo completamente nuda e chiede alla vittima di fare lo stesso. Chi acconsente a questa richiesta, cade in trappola, perchè non si tratta di una bella donna, ma di una banda di ricattatori che registrano il tutto. La notizia è stata riportata da Bild.

trappola sesso skype 2Ti potrebbe interessare anche: La truffa su Facebook che arriva dalla Nigeria

SCARSE POSSIBILITÀ DI ARRESTARE LA BANDA – La polizia racconta di un caso in cui a una vittima, dopo che si era spogliato, venivano chiesti 500 euro da versare tramite Western Union, altrimenti il filmato che lo ritraeva nudo sarebbe stato diffuso a tutti i suoi amici di Facebook. Le forze dell’ordine sospettano che si tratti di una banda di ricattatori che opera dall’estero, probabilmente dalla Costa d’Avorio. Gli investigatori sostengono che sia molto bassa la possibilità che la banda possa essere arrestata. Questa pratica di ricatto ha già provocato le prime morti: Daniel Perry, un 17 enne scozzese, si è ucciso un’ora dopo aver subito il ricatto buttandosi giù da un ponte. Il ragazzo aveva chiesto ai riccatatori cosa fare affinchè il filmato non fosse diffuso ai suoi amici e parenti. La banda aveva risposto che avrebbe dovuto pagare o sarebbe morto. Dainel rispose con una sola parola: “Bye”. Poco dopo si tolse la vita.

Ti potrebbe interessare anche: Daniel Perry, il ragazzo che si uccide per un video di sexting