|

I Tre Allegri Ragazzi Morti suonano alla festa della Lega “a loro insaputa”

Piccolo guaio per i Tre allegri ragazzi morti, celebre band che si è suo malgrado ritrovata “protagonista” di un brutto inconveniente quando, sabato scorso, si è trovata a presenziare a un concerto della Lega Nord. Loro dicono che non sapevano che fosse una festa della Lega Nord-Liga Veneta quella a cui hanno suonato sabato scorso, e lo stesso fanno sapere alcuni altri gruppi coinvolti, rispondendo alle accuse dei fan della rete, fra i quali circa però poca comprensione per l’errore.

tre allegri ragazzi morti 9

LA RIVOLTA DEI FAN – C’è chi concede loro il beneficio del dubbio: «se lì non era evidente che dietro c’era la Lega e se l’agenzia dei TARM ha trattato direttamente con i butei del Malkovich, può starci che non lo sapessero, dai. Non bisogna sempre pensare male di tutto e tutti.» Ma resta una posizione marginale, a ruota della quale comunque piovono le critiche sulla band.

RADICI DIVERSE  – Autori di canzoni di critica sociale, il gruppo ha contribuito a Materiali Resistenti e ha seguito la sua inclinazione punk situandosi agli antipodi della predicazione leghista, scelta non facile per una band che è emersa dalle parti di Pordenone e sempre rivendicata apertamente.

A LORO INSAPUTA – Anche dopo l’incidente i membri della band che tengono i rapporti con i fan sui social network si sono guardati bene dal rivendicare l’ingaggio leghista, lasciando piuttosto trasparire la raggelante sorpresa di essersi trovati all’improvviso in un contesto sgradito e associati a una parte politica sgraditissima. Fosse vera la versione “a loro insaputa“, viene però da chiedersi se davvero non se ne siano accorti nemmeno una volta arrivati sul palco, perché anche se la festa non era particolarmente imbandierata, secondo i testimoni, l’organizzazione era sicuramente leghista e non lo nascondeva nemmeno nella locandina che invitava al concerto in piazza a Verona. Un infortunio che per ora ha irritato i fan e lasciato i membri della band quasi senza parole, in effetti sono incidenti che non è facile spiegare a meno di non ammettere l’incompetenza di qualcuno o rivendicarsi con orgoglio una traiettoria alla Giovanni Lindo Ferretti, ma per ora i Tre Allegri Ragazzi morti non sono ancora arrivati a questo punto e restano fermi sullo scajolesco “a nostra insaputa”.