Primi piani del pube femminile, bufera sul calendario di Toscani

09/01/2011 - di

Gli scatti dell’organo realizzati per il consorzio Vera pelle scatennano la reazione indignate delle donne. Creatività o offesa alla dignità delle donne? Ci si divide sul calendario 2011 del consorzio Vera pelle conciata al vegetale di Ponte a Egola di

Gli scatti dell’organo realizzati per il consorzio Vera pelle scatennano la reazione indignate delle donne.

Creatività o offesa alla dignità delle donne? Ci si divide sul calendario 2011 del consorzio Vera pelle conciata al vegetale di Ponte a Egola di Pisa, realizzato con gli scatti del noto fotografo Oliviero Toscani ed in distribuzione con la rivista Rolling Stones.

12 FOTO DEL PUBE – Le 12 immagini sono inquadrature del pube femminile. Senza veli. Non depilato. “Qui si mostra l’essenziale, e non quello che si vede nei soliti volgari calendari di pin up, che mostrano tutto meno che quello”, ha commentato l’autore delle foto. Il pelo, secondo Toscani, è “un disvelamento al contrario”. Diverso il parere delle donne rappresentanti delle istituzioni. la loro reazione non si è fatta attendere. Maria Federica Giuliani, presidente della commissione Pari opportunità del consiglio comunale di Firenze ha espresso “indignazione e grande amarezza”. Il calendario, ideato a scopo promozionale e del quale sono state stampate 75mila copie, ferirebbe “la popolazione femminile, ledendo macroscopicamente la dignità delle donne: non solo donne-oggetto ma ora anche pelle-vegetale”. L’Associazione Libere Tutte sulla stessa lunghezza d’onda condanna l’opera parlando di “ennesimo episodio di uso del corpo delle donne a scopo pubblicitario attraverso immagini lesive della dignità”.

DONNE INDIGNATE – Oggi è ancora più netta l’assessore all’istruzione Rosa Maria di Giorgi, che dice: “Peggio della logica con cui vengono realizzati i calendari per meccanici. Peggio anche di quelli per camionisti. Queste foto del pube, per ogni mese dell’anno, è la peggiore logica cui poteva arrivare. Una provocazione che produce soltanto danno. Mi sembra assolutamente inutile e diseducativo che un’artista come Toscani usi un tipo di formula del genere. Mi appello affinchè vengano tolti dalla diffusione”. “La creatività – sentenzia – si può esprimere in altri modi”. Repinge l’accusa di essere “bigotta” e denuncia: “Il concetto di femminilità viene elaborato in maniera subdola la pubblicità, purtroppo, sta alla base dei modelli che ispirano i nostri giovani e ragazze. Si lanciano dei messaggi che contribuiscono alla schiavitù al corpo: se non sei perfetto o abbastanza magro, se non rispondi ai canoni dettati dal consumismo, non sei a posti, non hai il diritto di stare all’interno della società. Oserei dire quanto di più diseducativo possa esistere”.

 

 

 

176 Commenti

  1. Elena scrive:

    Da donna mi sento molto più offesa da foto di modelle rifatte, innaturali, che richiamano oggetti sessuali per uomini depravati…
    Queste foto pur nella loro provocazione sono essenziali, naturali…l’intimità dell donna viene svelata senza clamore o lussuria. Bravo Toscani.

    • GRRRR scrive:

      Ma la questione non sono le foto!!!!! ma come si fa a non capire ch el’articolo in questo è tendenzioso, tende a creare clamore lì dove non c’è! la questione è l’accostamento pube femminile pelle conciata 100%italiana!!
      Madrediddio!

  2. mimì scrive:

    Tsk. I pubi saranno anche pelosi, ma il resto è innaturalmente glabro.
    -1000 punti per Mr. Toscani.

  3. Giacomo scrive:

    VIVA LA FREGNA!!!

  4. ludovico scrive:

    Ma perchè prendersela tanto o non prendersela per niente, signore e signori,…io in quelle dodici tavole vi ho visto solamente “il giaciglio dell’amore”.

  5. mauro scrive:

    ma la figa è figa starei ore a leccarla

  6. Renato scrive:

    Di queste foto non si deve offendere nessuno, qui abbiamo superato concetto di nudo artistico e siamo andati oltre, qui c’è da proteggere la specie in estinzione che è il pube femminile peloso…

  7. Falcon scrive:

    Oliviero for president!!!!
    Ma cxxxx,vi rendete conto che l’uomo inteso come genere umano, fino a non molti millenni fa girava tranquillamente nudo e senza pudore??!!…Poi ‘vennero’ le religioni,i dogmi e tutto quello correlato ad essi, bigottismo compreso….
    Signori siamo nel 2000 e più ed ancora si deve dissentire per queste cose,qualcuna ancora pensa di avercela d’oro?
    Cosa lede coosa???!!!
    Le ragazze che ci hanno messo del proprio senza pudore sicuramente non sono persone che si sentono lese,ognuno è libero di fare ciò che vuole senza che nessuno gli punti il dito contro,perchè a volte chi punta il dito è proprio il primo che dovrebbe guardare dentro se stesso…..

  8. mic scrive:

    favoloso il pube e una cosa meravigliosa grande toscani

  9. Ignazio scrive:

    Più passera per tutti!

  10. DOENICO D'ALOIA scrive:

    Gustave Courbet – “L’origine del mondo” aveva già detto tutto nel dipinto che riproduce la cosa. Quindi tutto rigorosamente già visto. Ma la denominazione del quadro “origine del mondo” polarizza l’attenzione sulla funzione di riproduzione piu’ che a quella ludica. Dai commenti letti non sono in molti ad aver percepito questa distinzione. Ma lo dico senza moralismo e dicendo che entrambe le funzioni sono apprezzabili e nobili! I francesi a chi dice che tra un uomo ed una donna c’è una piccola differenza, dichiarano entusiasti” Vive la difference”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Presentazione del nuovo stadio della AS Roma

Vogliono bloccare lo Stadio della Roma

20:38 Un emendamento al decreto Sblocca Italia, voluto dai parlamentari romani del Pd Umberto Marroni e Roberto Morassut e approvato in commissione ambiente alla Camera potrebbe rivelarsi deleterio per la società di Palotta CONTINUA