|

Giovanna Iurato: il nuovo incarico per il prefetto che piangeva per finta a L’Aquila

Giovanna Iurato, il prefetto che aveva ammesso durante una conversazione telefonica intercettata di aver pianto “per finta” dopo il terremoto dell’Aquila è tra i nomi che saranno oggetto della riorganizzazione promessa dal capo della Polizia Alessandro Pansa dopo il caso Shalabayeva. Del caso parla Repubblica:

. Il prefetto che della sua vicinanza al centro- destra non ha mai fatto mistero, già inda- gato dalla Procura di Napoli nell’inchiesta sugli appalti del Centro elaborazione dati della Polizia e sorpresa a ridere al telefono ricordando il suo “pianto simulato” di fronte alle macerie del terremoto dell’A- quila, viene infatti sfilato dallo sgabuzzino in cui l’aveva chiuso l’ex ministro dell’In- terno Anna Maria Cancellieri. Alfano manda la Iurato a guidare la Direzione Centrale per gli affari dei culti e neppure due ore dopo il comunicato di palazzo Chigi che ne ufficializza l’incarico, avver- tendo la ricaduta emotiva della decisione, prova a correggere il senso della scelta.

Spiegando che non si tratta di una promozione:

«Non si tratta di una promozione — fa sa- pere attraverso qualificate fonti del mini- stero — perché il prefetto aveva già un in- carico. Precisamente, quello per una mi- gliore ottimizzazione degli aspetti orga- nizzativi del personale delle carriere pre- fettizie. Adesso, e’ stata soltanto spostata alla Direzione Centrale degli Affari dei Cul- ti, che ha esclusivamente competenza di studio e di approfondimento giuridico del riconoscimento dei culti diversi da quello cattolico. Con questo incarico, scende an- zi a una fascia economica inferiore: dal li- vello B super passa al livello B».