Miracoli: il settimanale che dà del tu a Padre Pio

16/07/2013 - di

Finalmente in edicola!

Miracoli: il settimanale che dà del tu a Padre Pio

DOpo l’annuncio di ieri non potevamo esimerci: eccolo qui, “Miracoli”, il settimanale che si occupa di sovrannaturale e che, come annuncia già dalla prima pagina è “un giornale per dare speranza:

miracoli settimanale copertina

L’editoriale è chiarissimo: “Se avete fra le mani questo giornale è perché avete anche voi voglia di sperare, di credere che questo mondo possa essere diverso e migliore. La parola miracolo viene dal latino “Miraculum”, cosa meravigliosa. [...] Ma non è solo una questione di fede: occorre avere la capacità di ‘vedere’ nella vita di tutti i giorni quelle piccole o grandi cose che ‘hanno del miracoloso’. Vederle e far sì che ci diano forza, coraggio e voglia di migliorare”. Qui invece c’è la redazione al completo:

miracoli settimanale gerenza

Ma i due pezzi di punta sono dedicati ad Al Bano, eroe delle signore di una certa età, e Padre Pio. Al Bano racconta di quelle tre volte (non una: tre!) in cui ha sconfitto il demonio:

miracoli settimanale al bano

Le tre occasioni di miracolo, per AL Bano, sono la sua sopravvivenza alla miseria, la scomparsa della figlia Ylenia e la crisi del matrimonio con Romina. “Ma grazie alla fede non mi sono arreso mai”, spiega. Padre Pio, invece, i miracoli li fa. Per lo meno a sentire la famiglia di una bambina, che, come si racconta nell’articolo, era entrata in sala operatoria molto malata: “Il chirurgo però non trovò nulla: la bimba era guarita in modo prodigioso”.

miracoli settimanale padre pio

E insomma: se volete, in edicola è pieno, da oggi, di “Miracoli”. Attendiamo l’intervento del Cicap.

10 Commenti

  1. Annika scrive:

    2013. E c’è gente che lo comprerà. Tristezza.

  2. Carola scrive:

    Ma dai? Non sapevo che esistesse questa rivista!
    Grazie a giornalettismo per averla pubblicizzata con questa notizia!

  3. nessuno scrive:

    BENE: per un euro, ti vendono la rivista che racconta dei miracoli FATTI: e invece per miliardi di euro, abbiamo un governo che non sa che cazzo fare!

    Ammazza come siamo ridotti!

  4. T-800 scrive:

    allora tutti quelli che sono nati poveri hanno perso un figlio e divorziato sono tutti esorcisti?

  5. Edoardo scrive:

    Roba da terroni.

  6. bufala scrive:

    boh ma esiste davvero? Io stamattina al giornalaio ho chiesto ma non ne sapeva niente….

    • La foto della gerenza con tutti i dati per la verifica è stata fatta e pubblicata qui proprio affinché non si presentasse qualcuno che, non trovandolo dal proprio edicolante, dicesse quello che hai detto tu. Purtroppo le vie del coglione sono infinite :-(

  7. luigi scrive:

    Far acquistare la Fede ? Il miracolo è che non l’habbia persa,vedendo quest’abominio di giornale.

  8. Rosa scrive:

    Io per pro caso ho conosciuto,la rivista Miracoli! A me piace ma Costa un Po caro 3,80€ in Italia Solo 1€ perche? Io vivo in Germania bonamento quando Costa? Grazie cordiali saluti

  9. Gian Luigi scrive:

    Ecco questo ci mancava proprio…. :-(

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Roma-Bayern Monaco

Roma-Bayern Monaco, come seguirla in streaming

19:45 Roma-Bayern Monaco, ecco lo streaming dell’incontro di Champions League tra i giallorossi ed i tedeschi, campioni di Germania in carica. La Roma spera nel colpaccio mentre il Bayern Monaco con una vittoria metterebbe al sicuro la CONTINUA

AP Photo/Andrew Medichini/LaPresse

Legge di stabilità, il testo arriva al Quirinale, ma manca la bollinatura della Ragioneria di Stato

18:54 Matteo Renzi incontra Napolitano, ora la manovra è al vaglio dell'Unione europea. Polemico Brunetta: «Il tenore della grottesca nota diffusa dal Colle, e pubblicata sul suo sito, dimostra lo stato confusionale in cui versa la presidenza della Repubblica, che si affanna a dichiarare di aver ricevuto un testo, pur non avendolo di fatto avuto dal governo, in quanto non può considerarsi definitiva una versione non certificata dai tecnici della Ragioneria. Quello che è giunto sulla scrivania di Napolitano, pertanto, ha valore pari a zero» CONTINUA