Vitale Calone, il figlio del boss candidato con Ala: «Mi dissocio dalla camorra» / VIDEO

di Donato De Sena | 21/05/2016

Vitale Calone

«Mi dissocio dalla camorra». «Mio padre ha sbagliato ed ha pagato i suoi reati». «Ora sono impegnato nel sociale, faccio volontariato». Risponde così alle polemiche Vitale Calone, 37 anni, figlio del pluripregiudicato Vincenzo Calone ed oggi candidato alle Elezioni Comunali a Napoli nella lista dei verdiniani di Ala. Vitale stamattina ha partecipato ad un’iniziativa elettorale nel corso della quale sono intervenuti il presidente Denis Verdini e la candidata a sindaco del centrosinistra Valeria Valente. Parlando con i giornalisti, il figlio del boss del Rione Traiano Vicenzo Calone (60 anni, già condannato in via definitiva per traffico internazionale di droga con alle spalle anche accuse per associazione mafiosa, omidio, droga), ha sottolineato di essere una persona attiva nella difesa dei diritti dei figli dei detenuti e delle donne. «Sono lontano dalla mia Napoli da tanto. Ho formato una cooperativa per mamme vittime di violenza. Faccio volontariato da anni. Ho sofferto la pena di stare fuori il carcere», ha raccontato. «Sono io a credere nel sociale ed il sociale deve utilizzare la politica. Dalla camorra e dalla violenza mi dissocio assolutamente. Voglio fare istigazione alla progettualità, non alla violenza».

 

Il figlio del boss candidato con Ala? Verdini: «Non è impresentabile» / VIDEO
Figlio del boss candidato, Valente: «È incensurato, ma faremo verifiche» / VIDEO

 

Vitale Calone, candidato di Ala, figlio di un pluripregiudicato: «La camorra? Mi dissocio» / VIDEO

 

(Immagine e video di: Giornalettismo)