Virginia Raggi: i primi nomi della giunta a 5 Stelle di Roma

di Redazione | 08/06/2016

ballottaggio sindaco roma 2016

Virginia Raggi punta su una squadra tecnica per la sua giunta comunale a Roma. In caso di vittoria al ballottaggio la candidata del M5S vorrebbe coinvolgere due esperti come Paolo Berdini e Tommaso Montanari, come scrivono  Jacopo Iacoboni e Giuseppe Salvagiulo su La Stampa. Possibile anche il coinvolgimento di Carlo Verdone.

Virginia Raggi, i primi nomi della sua giunta

Virginia Raggi è la favorita al ballottaggio delle elezioni comunali di Roma 2016. Il successo della candidata dei 5 Stelle al primo turno, dove ha ottenuto un rilevante 35%, e la debolezza del PD romano dopo gli scandali di Mafia Capitale e i problemi della amministrazione  Marino indicano una forte probabilità della più significativa vittoria del M5S alle elezioni 2016. Sugli organi di informazione già circolano le prime ipotesi sui possibili nomi della squadra che affiancherà Virginia Raggi nella prima giunta romana guidata da una donna. Ne parla oggi Jacopo Iacoponi su La Stampa, uno dei giornalisti più vicini ed esperti sui 5 Stelle. Iacoponi descrive come sicuro l’ingresso in una eventuale giunta Raggi di due personalità molto stimate come Paolo Berdini e Tommaso Montanari. Il primo è un urbanista molto apprezzato dalle associazioni ambientaliste più importanti d’Italia, e sarebbe il favorito per uno dei ruoli più importanti dell’amministrazione comunale, la guida dell’urbanistica. Montanari sarebbe il prescelto per l’assessorato alla Cultura.

 LEGGI ANCHE

Elezioni 2016 Roma, i risultati dello spoglio: è ballottaggio Raggi-Giachetti

Virginia Raggi e l’ipotesi Carlo Verdone

Tommaso Montanari è un accademico stimato, docente all’università di Napoli di Storia dell’Arte moderna. Lui e Berdini sono profili particolarmente progressisti, che evidenziano un tentativo di Virginia Raggi di rassicurare l’anima maggioritaria politicamente a Roma, così come di essere indipendente dalla galassia Casaleggio. Altra personalità completamente esterna al M5S e che avrebbe una grande eco nazionale se entrasse in giunta è Carlo Verdone. Così ne scrive Iacoponi.

Contatti del M5S ci sono stati anche con Carlo Verdone, che ha simpatia per la Raggi, ma è difficile da vedere in un ruolo gestionale.

Diversi tecnici contattati hanno il timore di non potersi integrare con la logica dei 5 Stelle. In particolare con il mondo che fa riferimento a Roberta Lombardi, di tendenze più conservatrici e seguace di una linea di assoluta vicinanza con la Casaleggio Associati.

Le altre ipotesi per la giunta

Iacoponi annuncia un ruolo chiave per Daniele Frongia, consigliere comunale, ricercatore Istat e possibile vicesindaco di Virginia Raggi. Non escluso anche un suo ruolo più tecnico che politico, ovvero capo di gabinetto. Per il ruolo di assessore al Bilancio, fondamentale in una città come Roma che ha enormi problemi finanziari, la giunta dei 5 Stelle si affiderebbe a un altro tecnico, Pasqualino Castaldi, attualmente al lavoro con il commissario prefettizio Tronca. Non dovrebbe invece essere coinvolto Damiano Tommasi, che ha manifestato le sue simpatie per i 5 Stelle. L’ex giocatore della Roma ha declinato l’invito a ricoprire un ruolo diretto.