Il monastero distrutto dall’Isis

di Redazione | 21/08/2015

isis monastero

Il monastero di Mar Elian, presso la località di Al Qariatayn, sulla strada per Palmyra, è stato distrutto dalle truppe dello Stato Islamico, l’Isis; il video che mostra il monastero del V secolo dopo Cristo, profanato dalle milizie islamiche e raso al suolo, è stato diffuso sui social network e rilanciato dai mezzi di informazione: le truppe islamiche parlano di una semplice “demolizione”. “Il responsabile del monastero, padre Jacques Mouraud, è stato rapito nel maggio scorso, probabilmente dall’Isis stessa”, scrive il Corriere della Sera che diffonde il video.

LEGGI ANCHE: L’Isis contro la Turchia di Erdogan: “E’ guerra”

Padre Moraud diventa quindi uno fra le decine di cristiani rapiti in Siria dallo Stato Islamico. La conquista di Al Qariatayn all’inizio di agosto è stata una vittoria fondamentale per l’espansione dell’Isis in Siria, visto che nella zona, scrive ancora il Corriere, “si trovano i più importanti giacimenti di gas del Paese”; le truppe del governo siriano hanno tentato la controffensiva, ma senza successo.

Copertina: da Twitter