Unioni civili: Angelino Alfano chiama a raccolta M5S e cattolici del Pd

di Redazione | 14/02/2016

unioni civili

Unioni civili: da lunedì occhi puntati sul Senato dove il disegno di legge Cirinnà sarà al vaglio dei nostri senatori e dove si preannuncia una battaglia all’ultimo sangue

UNIONI CIVILI, LA GUIDA
Cosa è il patto di convivenza
Cosa è la convivenza di fatto
Cosa sono le unioni civili
Stepchild Adoption: cos’è

 UNIONI CIVILI ALFANO CHIAMA M5S E CATTODEM

Così oggi il ministro Angelino Alfano, ospite a In Mezz’ora, ha chiamato l’ala cattolica del Senato alla guerra santa contro la Stepchild Adoption. “Il mio auspicio – ha detto Alfano – è che i cattodem abbiano il coraggio di votare ‘no’ alla stepchild e che numerosi grillini votino ‘no’, cosi’ salta. Se fossi il segretario Pd stralcerei” l’articolo 5 del ddl Cirinnà”. Il ministro Alfano ha poi detto “Sulla famiglia non accetto lezioni da nessuno. Da ministro dell’Interno ho firmato una circolare per impedire la trascrizione dei matrimoni gay contratti all’estero. E ho sollecitato il ministro Giannini per due circolari contro l’educazione gender nelle scuole. Io sulla famiglia non accetto lezioni da nessuno. In certi movimenti ci sono divorzianti che dicono a me che sono sposato, con famiglia e con due bambini, che cos’è la famiglia. E atei che mi spiegano come bisogna avere rapporto con Dio”. Alfano ha poi aggiunto che proporrà il Referendum sulla Stepchild Adoption.

ALFANO E IL PERICOLO TERRORISMO

Tornando poi a occuparsi del pericolo di attacchi terroristici Angelino Alfano ha tuonato: “Nessun paese è a rischio zero, occorre guardare in faccia alla verità e dire la verità. Non c’è un obiettivo fisso da controllare – ha aggiunto Alfano- noi siamo chiamati ad un controllo enorme, le analisi non lasciano prevedere un clima sereno, abbiamo informazioni che il rischio e’ altissimo, ma non abbiamo notizie di un allarme concreto, come gli altri paesi che hanno subito attentati ma l’Italia fin qui e’ riuscita ad essere un paese sicuro”.