Theresa May ha firmato, così comincia la Brexit

di Redazione | 29/03/2017

brexit

La premier britannica Theresa May ha firmato la lettera per la notifica dell’articolo 50 del Trattato di Lisbona che, nel momento della consegna al presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, segnerà l’avvio formale dell’iter della Brexit, il divorzio di Londra dall’Ue sancito dal referendum del 23 giugno scorso. La lettera sarà consegnata domani alle 13.30 italiane (le 12.30 in Inghilterra) a Tusk dall’ambasciatore del Regno Unito presso l’Ue, Sir Tim Barrow, a Bruxelles. E farà scattare i due anni di negoziati previsti per il divorzio.

 

LEGGI ANCHE > L’Austria vieta il velo in pubblico e la distribuzione del Corano

 

VIA ALLA BREXIT

In mattinata la premier ha in programma una riunione di gabinetto, è poi prevista una dichiarazione alla Camera dei Comuni per confermare l’avvio del processo di uscita dall’Unione Europea. In quella sede, è stato reso noto, prometterà «di rappresentare ogni persona in tutto il Regno Unito». «È mia ferma intenzione ottenere il giusto accordo per ciascuna persona in questo paese», affermerà May, secondo quanto anticipato. «Perché, guardando alle opportunità che ci si presentano in questo viaggio così importante, i nostri valori condivisi, interessi ed ambizioni possono, e devono, unirci». E ancora: «Siamo una grande unione di popoli e nazioni con una storia di cui dobbiamo essere orgogliosi e un luminoso futuro», è un passaggio della dichiarazione della May anticipato. La premier sottolineerà la necessità di chiudere con il periodo delle divisioni create dal referendum di giugno. «E ora che la decisione di lasciare l’Unione Europea è stata presa, è arrivato il momento di unirci».

(Foto da archivio Ansa. Credit: MICHAEL KAPPELER / dpa)

TAG: Brexit