The 100 5: Le rivelazioni di Jason Rothenberg in una intervista esclusiva

Ad un giorno dalla messa in onda americana di The 100 5 il creatore della serie post- apocalittica Jason Rothenberg rivela importanti informazioni in merito alla nuova stagione e al suo futuro

 
The 100 5 sta per tornare e ad un giorno dalla messa in onda il creatore dello show Jason Rothenberg in una intervista esclusiva su Praimfaya è finalmente giunta al temine dopo sei anni ma nessuno dei rifugi è veramente sicuro. La piccola valle verde è contesa da tutti.
thw 100 5
 

The 100 5 si apre con il salto temporale che abbiamo visto nel finale della stagione passata. Perché saltare sei anni in particolare?

” Volevamo scuotere le cose, specialmente perchè nella quarta stagione di The 100 l’arco temporale in cui si è svolta è stato meno di un anno. Saltando di sei anni si ha l’opportunità di giocare davvero con questi personaggi e con i loro cambiamenti. Il trucco è mantenere la coerenza nonostante il cambiamento. Per quanto riguarda la scelta del numero degli anni eravamo legati comunque all’inabilità del pianeta per cinque anni  e poi abbiamo aggiunto un anno e sette giorni perché sembrava un elemento di mistero”

Cosa ti ha spinto a dare a Clarke un arco narrativo che comprende la maternità?

 “Come genitore, so cosa significa il cambiamento drastico delle priorità. Clarke ha sempre agito per il bene più grande, sacrificare i pochi per salvare i molti è sempre stato il suo motto sin dall’inizio. Bene, ho pensato a cosa potrebbe succedere se uno di quei pochi da sacrificare fosse suo figlio, a come questo cambierebbe le carte in tavola, rendendo interessante il cambiamento delle sue priorità, per tutta la stagione. Quando ciò che è giusto per Madi non è giusto per Wonkru, allora sarà un problema che li metterà ai lati opposti di una lotta.

Continua a pagina due per scoprire il futuro di Octavia in The 100

Share this article