Chicago Fire 7×14 – Recensione: Girl power… al sapore di chili

di Redazione | 16/02/2019

Il 14esimo episodio di Chicago Fire ci regala una notte al femminile che non dimenticheremo facilmente, e una gara di chili con un vincitore inaspettato.


Derek Haas aveva parlato di un episodio speciale per il giorno di San Valentino. Un episodio di Chicago Fire al femminile che ci avrebbe tenuti incollati allo schermo. E così è stato. Grazie a Brett e Foster, e grazie al provvidenziale arrivo di Stella. Ma questo episodio di Chicago Fire conferma ancora una volta ciò che amiamo nello show di Dick Wolf: la capacità di alternare momenti che ci fanno vivere in un perenne stato di ansia, e momenti in cui tutto ciò che possiamo fare è tenerci le mascelle per paura che possano cadere. Momenti come questo.


Chicago Fire


L’episodio di San Valentino della settima stagione di Chicago Fire non ha fiori o cioccolatini. Ha tre donne che hanno bisogno di staccare la spina. Tre splendide donne pronte a divertirsi senza nulla a cui pensare. Peccato che Derek Haas non la pensi allo stesso modo. La direzione è l’Indiana, dove Brett è nata e cresciuta. Lo scopo è quello di non avere uomini intorno, di non pensare al giorno di San Valentino… e stare lontane dalla serata chili.


Mentre le tre donne della 51 sono in viaggio, piene di speranze per la loro serata, Boden da il via alla gara di chili. Una gara decisamente competitiva che mostra ai fan di Chicago Fire quegli ingredienti che contribuiscono a rendere ogni episodio degno di essere guardato. Cruz e Otis da un lato, Mouch ed Hermann dall’altro, Ritter, Cup e Tony e, a sorpresa, Casey e Severide.


Chicago Fire


Si, gli ingredienti ci sono tutti. E c’è anche una novità momentanea nel quadro. I due sostituti di Brett e Foster che si riveleranno essere la sorpresa più esilarante dell’intero episodio di Chicago Fire.


Brett e Foster sono pronte, Stella le raggiungerà dopo aver sistemato alcune ordinazioni del Molly. Unica pecca di questo episodio di Chicago Fire. Non sarebbe stato male vedere anche Kidd in quella situazione. D’altra parte, se Stella non fosse arrivata in ritardo non avrebbero potuto spostare il bus essendo tutte le altre auto fuori uso.


Chicago Fire


Le disavventure delle donne della Caserma 51 iniziano sin dal primo momento. Infondo, questo episodio di Chicago Fire è dedicato a loro. Brett e Foster incontrano un uomo che ha problemi con il suo trattore. Bastano pochi secondi perché un bus sbandi capovolgendosi. C’è una squadra di hockey locale che ha appena vinto all’interno. Dei ragazzini che non si arrenderanno mai, nemmeno quando il loro capitano cadrà sulla neve davanti ai loro occhi.


Il nuovo episodio di Chicago Fire scorre velocemente. Sylvie ed Emily non si fermano un attimo, non si arrendono mai. E’ Brett a prendere in qualche modo il controllo della situazione, e l’affiatamento con Emily permette ad entrambe di aiutare quei ragazzi. Ma, in perfetto stile Chicago Fire, ogni volta che una cosa sembra sistemata (per modo di dire), si presenta un altro problema. E l’ansia diventa parte di noi.


Andate a pagina due per la seconda parte della recensione di Chicago Fire