Chicago Fire 6×19 – Recensione: La famiglia della Caserma 51

La sesta stagione di Chicago Fire continua ad emozionare e far sorridere. Tra mini crossover, le lezioni di Hermann e le parole di Kelly Severide, direi che possiamo ringraziare Derek Haas. 

Il nuovo episodio di questa sesta stagione di Chicago Fire, come tutti quelli visti fino a questo momento, alterna dolcezza, paura, nuove sfide e quella crescita che il tenente Severide continua a mostrare. Si, è vero. Matt e Gabby sono in qualche modo sempre protagonisti degli episodi di Chicago, ma l’amore per questo show va ben oltre.
E in questo episodio di Chicago Fire l’amore è per Otis e quei messaggi che arrivano al termine dell’episodio. E’ per le parole di Kelly, per gli insegnamenti di Hermann e la Vodka che non è più Vodka. Per quei due minuti in cui Stella e Matt hanno parlato e anche per Cordova, che non sono mai riuscita ad odiare e adesso so il perché.
Antonio Dawson arriva in Caserma nel nuovo episodio di Chicago Fire 6, ma dei Brettonio nemmeno l’ombra. Stupidamente ancora mi chiedo a scopo farli riavvicinare. Poi mi ricordo che lo scopo nella vita di qualsiasi produttore esecutivo è quello di farci soffrire. E allora tutto ha un senso.
Chicago Fire
Il detective dell’Intelligence sta lavorando ad un caso che in qualche modo sembra coinvolgere anche gli uomini di Boden, Cordova in particolare. Una casa in fiamme, soldi e droga. Ma di quei soldi, quando l’incendio viene spento, ne mancano un bel po’. La guerra tra gang porta nuove vittime a Chicago. E mentre penso che anche questa volta Gabby deve metterci il naso, mi ricordo che sarebbe bello se al mondo ci fossero più Gabriela Dawson.
Nell’incendio Stella salva una ragazza. Si getta tra le fiamme come farebbe Kelly al suo posto. Per fortuna pochi momenti dopo arriva una bella doccia fredda per la mia Stella grazie ad una Sylvie Brett che amo quando non c’è. Figuriamoci quando rivela a Kidd che Kelly si è sposato a Las Vegas.
Risultati immagini per chicago fire gif brett
Per l’intero episodio c’è questo nella mente di Stella. Anche quando gli occhi da cucciolo di Kelly la guardano chiedendole scusa. Stella ha paura di essere un altro fuoco di paglia. Brucia in un istante e altrettanto velocemente di spegne.
Questo episodio di Chicago Fire porta con sé anche un’altra dinamica. Matt e Stella parlano delle loro relazioni proprio attraverso la paura di Kidd. Questi due potrebbero avere riunioni di supporto tra un incendio e l’altro. Ci sono rapporti che andrebbero in qualche modo approfonditi, ma sono quegli stessi rapporti che anche se visti in modo sporadico, non appaiono forzati. E’ anche questa la forza di Chicago Fire.

Share this article