Blade torna al cinema con Wesley Snipes?

di Redazione | 04/03/2019

Blade Wesley Snipes

Blade, il diurno, il vampiro che va a caccia di vampiri interpretato da Wesley Snipes, potrebbe tornare sul grande schermo. La Marvel in realtà sta considerando l’ipotesi da anni, ma fino a oggi non si è mai arrivati a niente di concreto. Fino a oggi.


Adesso questo chiacchiericcio sembra stia diventando sempre più intenso, e la notizia è che Wesley Snipes potrebbe riprendere il ruolo che vestì per la prima volta nel 1998. Sarebbe diventata una trilogia la saga di Blade, con Guillermo Del Toro a dirigere il secondo capitolo e David Goyer il terzo, Blade: Trinity, che vedeva Ryan Reynolds e Jessica Biel affiancarsi a Snipes


Al momento sono pettegolezzi che nessuno in casa Marvel ha confermato, ma sono molto intensi, tanto che si sta parlando di un film vietato ai minori, nel migliore spirito del personaggio. La storia dovrebbe essere incentrata sull’addestramento che lo stesso Blade fa a sua figlia, Fallon Grey, sarebbe quindi un film sul passaggio del testimone da una generazione all’altra. Ripetiamo, illazioni, che però vengono corroborate da particolari a cui non si può non dare peso.


Partiamo dal diretto interessato, Wesley Snipes. L’anno scorso ha dichiarato che ci sono addirittura due progetti su Blade in sviluppo alla Marvel, o che quantomeno ha portato all’attenzione della Marvel. Film duri, che però oggi non sarebbero un problema, non si andrebbero a scontrare con la politica Disney. Potrebbero essere sviluppati, come Deadpoll, sotto il marchio 20th Century Fox. La major, la cui acquisizione da parte di Walt Disney dovrebbe essere finalizzata ufficialmente nelle prossime settimane, sarebbe quindi il braccio adulto della Marvel.


Insomma, tutto tornerebbe. E noi saremmo molto felici, e anche la Disney, visto il successo del franchise Deadpoll. Segno che il pubblico del MCU ha un forte desiderio di trasgressione.


Vederemo come andrà a finire, intanto una cosa è certa. La Disney ha speso oltre 50 miliardi di dollari per l’acquisizione di 20th Century Fox. Quindi qualcosa ci dovrà pur fare.