Sgarbi si candida governatore della Sicilia: «Corro da solo e vincerò»

di Redazione | 01/09/2017

Vittorio Sgarbi si candida governatore della Sicilia. Lo ha annunciato questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus: «Mi candido come Governatore, è ufficiale. Corro da solo, non ho bisogno dell’appoggio di nessuno», ha spiegato lo storico dell’arte, che è convinto di vincere. «Mi candido io, quindi vincerò io. Io sono io, gli altri chi sono? Al di là del fatto che uno sia una persona considerevole, ditemi chi è Micari? Di me si sa tutto, di Micari cosa si sa? E di Musumeci? Chi lo conosce Musumeci? Al massimo si ha che ha il pizzetto. E di Armao cosa si sa? Occorrerà che uno sia qualcosa per fare il Presidente della Regione oppure mettiamo uno lì a caso perché la gente è cogliona e non sa distinguere un uomo da un gatto?».

Sgarbi però non si è limitato a parlare solo dei suoi avversari nella corsa a governatore della Sicilia, durante il programma ECG – condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano – ha detto la sua su diversi personaggi politici e non d’Italia. A partire da Vladimir Luxuria, diventata la nuova testimonial del marchio di abbigliamento Coconuda al posto della cantante Anna Tatangelo: «Hanno fatto benissimo a prenderla al posto della Tatangelo. È evidente che la Tatangelo è meglio di Luxuria, ma Coconuda a livello pubblicitario ha fatto una mossa geniale. La pubblicità è parola, quelli che hanno lavorato per Coconuda hanno pensato che una scelta del genere avrebbe fatto parlare. Luxuria accende curiosità, è una personalità, scegliere lei per quanto riguarda il marketing è stato geniale».

SGARBI A RADIO CUSANO CAMPUS: «LA RAGGI TOTALE INCAPACE, LA BOLDRINI PRESUNTUOSA, MA QUANDO L’HANNO ELETTA MI SEMBRAVA CARINA»

Immancabile, poi, il riferimento a Laura Boldrini: criticare la presidente della Camera è diventato uno sport nazionale. E Sgarbi non si discosta dal gregge, ma – assicura – l’antipatia non è nata subito. Quando è stata eletta presidente gli è anche piaciuta, ma solo per il suo aspetto estetico. «Io l’ho sempre criticata, ma il primo giorno mi è piaciuta», spiega lo storico dell’arte a Radio Cusano Campus. «Mi sembrava una ragazza carina, marchigiana, pensavo avessero fatto una scelta gradevole, con tutte quelle rospe che sono in Parlamento. Però vive di retorica, manca di spontaneità, qualunque cosa che fa è ridicola, cerca l’ideologia ovunque». Non poteva mancare anche il riferimento alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, che Sgarbi paragona con la Boldrini: «Non chi sia peggio, ma credo che la Raggi sia più spontanea. La Raggi è una totale incapace, la Boldrini invece è presuntuosa».

LEGGI ANCHE > PERCHÉ LAURA BOLDRINI È TANTO ODIATA?

SGARBI CANDIDATO A GOVERNATORE DELLA SICILIA: «GRILLO PERDERÀ LE ELEZIONI E INIZIERÀ IL SUO DECLINO»

Di tutti i politici di cui parla a Radio Cusano Campus, Sgarbi salva solo Minniti: «Mi è simpatico, è bravo. La sua linea di forza sui confini ha funzionato». Sul futuro di Grillo e il Movimento 5 Stelle non ha dubbi: «Sta smobilitando, farà la sua figuretta in Sicilia, perderà le elezioni e inizierà il suo declino». Più ironico, invece, su Matteo Renzi:  «È un ragazzo tipo Pieraccioni, gli assomiglia molto. Quando li vedo li confondo. Nel Pd è il migliore, ma è talmente pieno di sé che a un certo punto dovrà capire che l’unica possibilità che ha di vincere le elezioni è candidare Gentiloni, il volto borghese, tranquillo, non polemico, che può permettere al Pd di vincere le elezioni e di dare le carte della politica nazionale».

SGARBI CANDIDATO IN SICILIA: «MI CANDIDO IO, QUINDI VINCERÒ IO. GLI ALTRI NON LI CONOSCE NESSUNO»

Sgarbi punta tutto sulla sua popolarità nella corsa a governatore della Sicilia. «L’obiettivo è vincere», assicura e per farlo non gli serve l’appoggio dei partiti, soprattutto considerando chi sono i suoi avversari. »Di me si sa tutto, di Micari cosa si sa? E di Musumeci? Chi lo conosce Musumeci? Al massimo si ha che ha il pizzetto. E di Armao cosa si sa? Occorrerà che uno sia qualcosa per fare il Presidente della Regione oppure mettiamo uno lì a caso perché la gente è cogliona e non sa distinguere un uomo da un gatto? Forse correndo da solo non potrò vincere, però mi sembra che un siciliano votando Sgarbi sa cosa vota. Cancellieri non è stato capace neanche di laurearsi. Grillo sta smobilitando, perderà».

SGARBI CANDIDATO GOVERNATORE DELLA SICILIA: «TANTISSIME DONNE MI MANDANO FOTO OSÉ» E NE PUBBLICA UNA PER LA CAMPAGNA ELETTORALE

Durante un’estate che «sta andando benissimo, sono stato tutto il tempo in giro per l’Italia», Sgarbi non si è perso nemmeno il video a luci rosse di Gue Pequeno. «Si è fatto una sega e l’abbiamo visto tutti, fa bene Rocco Siffredi a invitarlo nella propria academy. Ora c’è questa moda di mandarsi foto o contenuti sexy, accade perché la soglia della capacità di penetrazione si spinge a dismisura avanti». Ne riceve tanti di contenuti del genere Sgarbi: «A me tantissime donne mandano foto in pose osé, svestite, seminude. Ma non le ricontatto mai. Non basta mandarmi una foto nuda per stupirmi, mi stupisco di più che una sappia qualcosa, il sapere è meglio di un bel paio di gambe». Sarà, eppure la prima mossa come candidato a governatore della Sicilia è stata pubblicare su Facebook la foto di una ragazza in lingerie, coperta dal cartello «Sgarbi presidente».