Il pedofilo che drogava e filmava ragazzini

di Redazione | 23/01/2016

pedofilo drogava ragazzini

Un pluripregiudicato palermitano di 39 anni dovrà rispondere di violenza sessuale su minori, spaccio di droga, e detenzione di materiale pedopornografico. L’uomo violentava i bambini per poi renderli dipendenti offrendo loro droga. A incastrarlo riprese ed intercettazioni.

LEGGI ANCHE: Preti pedofili, lo strano (e spaventoso) caso di Albenga

L’orco ha abusato di un bambino di 12 anni, di un tredicenne e di un ragazzino di 17 e la lista potrebbe allungarsi. Riporta il Messaggero:

La “stanza della vernici”, era chiamato così il nascondiglio dove avvenivano le violenze in un palazzone popolare tra Roma e Ostia. Un locale vuoto, protetto da porte di ferro, dove si entrava attraverso un foro in una parete e dove c’erano dei fusti di vernice. La squadra mobile stava monitorando il palermitano per altri reati. Dalle intercettazioni si è appreso che il pregiudicato era un uomo pericolosissimo proprio per queste sue perversioni. Gli agenti l’hanno pedinato ed hanno scoperto la ”stanza delle vernici”, quella a cui lui si riferiva parlando al cellulare con le vittime.
Sono state messe delle telecamere nascoste in modo che gli investigatori hanno potuto fare irruzione prima che il mostro abusasse per l’ennesima volta del bambino di dodici anni. Un arresto in flagranza di reato schiacciante, è stata sequestrata anche la droga: strisce di cocaina collocate su un barile di vernice. Poi le vittime sono state ascoltate in un’audizione protetta: ascoltati da una psicologa, seguendo tutte le procedure per le quali il racconto del minore diventa una prova da fare valere al processo. L’orco regalava alle sue vittime ”mini car”, indumenti costosi, telefonini. Non solo: l’uomo riprendeva la sue violenze per poi commercializzarle su Internet.

(Photocredit copertina: Thinkstock)

TAG: pedofilia