Ragazza di 14 anni rifiuta il velo islamico, la madre la rasa a zero

di Redazione | 31/03/2017

velo islamico

Si è opposta all’imposizione del velo islamico da parte della famiglia e, come punizione, è stata rasata a zero. È successo a Bologna, a una ragazza di 14 anni, originaria del Bangladesh, ma da anni in Italia dove frequenta, con ottimo profitto, una scuola media. La vicenda viene raccontata oggi dal quotidiano Il Resto del Carlino in un articolo a firma di Cristina Degli Esposti e Francesco Padolfi.

RAGAZZA RASATA A ZERO PERCHÉ RIFIUTA IL VELO ISLAMICO

Gli insegnanti della ragazza hanno raccolto il suo sfogo, soprattutto dopo quel taglio di capelli. La preside dell’istituto ha informato i carabinieri che approfondiranno la questione della quale si occuperanno anche la procura dei minori e i servizi sociali. La ragazzina ai docenti ha raccontato di non voler accettare l’imposizione del velo. Pur portandolo fra le mura di casa aveva cominciato, una vota uscita per andare a scuola, a toglierselo. Di questo comportamento è stata informata la madre che ha deciso di punirla rasandola a zero. Così la ragazza ha deciso di sfogarsi con i suoi professori. A quanto pare la sorte del velo era toccata anche alle sorelle della 14enne, che hanno però sempre accettato l’imposizione senza ribellarsi. I genitori alla ragazza avrebbero anche imposto di non parlare con i ragazzi e, più recentemente, di non avere nessun rapporto anche con altre ragazze. La madre avrebbe più volte insultato e apostrofato la giovane.

(Foto da archivio Ansa. Credit: ANSA / AKHTAR SOOMRO / DC)

TAG: Bologna