Perchè le donne vivono più a lungo degli uomini

di Redazione | 24/05/2016

Perchè le donne vivono più a lungo degli uomini

Perchè le donne vivono più a lungo degli uomini

? Diversi fattori, biologici e sociali, spiegano perché le persone di sesso femminile riescono ad avere una esistenza più prolungata rispetto alle persone di sesso maschile.

Perché le donne vivono di più degli uomini

In molti ambiti la parità tra uomini e donne è semplicemente inesistente. Nascere maschio di solito significa guadagnare di più oppure occupare maggiori posti di potere. Nascere donna invece permette di vivere più a lungo, come mostrano tutti i dati pubblicati sulla longevità dall’Organizzazione mondiale della sanità. Secondo l’Oms nel 2015 le donne hanno avuto una esistenza media di 73,8 anni, quasi cinque in più rispetto ai 69,1 degli uomini. La media mondiale non rappresenta però completamente la situazione. In alcuni Paesi per esempio la differenza di longevità tra uomini e donne è minima, come l’Italia, dove la separazione è di soli 2 anni a favore delle persone di sesso femminile, mentre in altri, come la Russia, ci sono anche 11 anni di differenza per l’aspettativa di vita.

 

Perché gli uomini vivono meno delle donne

Anna Oksuzyan, medica specializzata in ricerca demografica, spiega a TagesAnzeiger come parte della differenza nelle aspettativa di vita sia spiegabile con fattori biologici. Diversi studi mostrano come l’estrogeno, un ormone femminile, favorisca le donne a contrarre malattie cardio-vascolari, la principale causa di morte nei Paesi sviluppati. Il sistema immunitario maschile perde di efficacia con l’avanzare dell’età, mentre è ancora dibattuto il ruolo del secondo cromosoma X delle donne. La biologia spiega però solo parte della differenza in aspettativa di vita, come mostra anche la forte differenziazione esistente tra diversi Paesi. Sono rilevanti anche fattori sociali, come lo sviluppo sociale, che in Africa favorisce la mortalità per malattie che colpiscono tanto gli uomini quanto le donne, così come lo stile di vita. Gli uomini fanno tendenzialmente professioni più rischiose, come i soldati o i minatori.

Il paradosso tra uomini e donne

La maggior longevità femminile ha un tratto paradossale, perché secondo la maggior parte dei dati disponibili gli uomini hanno uno stato di salute complessivamente migliore rispetto a quello delle donne. La differenza nella longevità aumenta maggiormente quando un Paese passa dalla condizione di in via di sviluppo a emergente. Le differenze sociali rimangono ampie, e alcuni strati più poveri della popolazione muoiono per malattie che per i ceti più ricchi rimangono non mortali, come le infezioni o i parti, grazie al miglioramento della tutela della salute. I Paesi dove la differenza di longevità è maggiore sono quelli che sono appartenuti all’Unione Sovietica, come la Russia o la Lituania. La passione maschile per vodka e sigarette è un fattore, così come un’altra causa è la fatica psicologica prodotta dal cambiamento di società, maggiormente avvertito dagli uomini rispetto alle vite più casalinghe delle donne. In Europa la differenza di longevità è pari a 5,5 anni, e sembra destinata a ridursi, anche se non a sparire.