«Siete malati, fro… di m…, mi segno dove scendete così vi pisto a sangue» aggressione choc sul bus a Roma

di Redazione | 23/06/2015

Triste episodio omofobo sul pullman Roma-Guidonia: «Siete malati, fate schifo, froci di m…» così l’aggressione, fortunatamente verbale, di una testa rasata all’indirizzo di due giovani omosessuali.

omofobia duca degli abruzzi

L’AGGRESSIONE OMOFOBA –

Sabato 13 giugno scorso, un ragazzo scende a Guidonia, il suo compagno lo saluta con un bacio sulle labbra, per uno dei passeggeri è troppo, ed esplode urlando: «Siete malati, fate schifo, froci di m…», aggiungendovi poi di seguito la minaccia di un pestaggio: «Mi segno dove scendete così la prossima volta vi pisto a sangue», così riferisce La Repubblica, che poi racconta di come i due giovani aggrediti si siano rivolti all’Help line del Gay center e siano andati  a denunciare tutto ai carabinieri di Guidonia.

LEGGI ANCHE: Ivan Scalfarotto: «Legge sull’omofobia entro l’anno»

LA DENUNCIA DEL GAY CENTER –

Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center, non ha dubbi: «Siamo di fronte ad uno dei tanti episodi di omofobia che ci vengono denunciati alla Gay Help Line, il numero verde antiomofobia 800.713.71375,  Questo è particolarmente emblematico perché chi l’ha subito ha anche deciso di sporgere querela. Molti altri non vengono denunciati alle forze dell’ordine, ma a noi viene richiesto supporto« racconta.

L’OMOFOBIA LEGITTIMATA DAL FAMILY DAY .-

«Chi riempie le piazze per lanciare messaggi anti gay dovrebbe prendere nota e capire quanto l’omofobia sia pericolosa . Daremo assistenza legale a Luca ma è bene che ci sia una denuncia pubblica perché assistiamo ad una recrudescenza di violenza verso gli omosessuali. Non vorremmo che dalle piazze si passasse alle aggressioni»