Il nuovo simbolo del MoVimento 5 Stelle senza Beppe Grillo

di Stefania Carboni | 17/11/2015

MoVimento 5 Stelle

Il Movimento 5 stelle ha un nuovo simbolo. Scelto on line dai suoi attivisti. Beppe Grillo, con il comunicato 56, ha chiesto agli attivisti di votare per levare il nome del leader genovese dal logo. E sostituirlo o con l’indirizzo movimento5stelle.it o con nessun indirizzo sotto le stellette.

Ha vinto quello con indirizzo. Hanno partecipato alla votazione 40.995 iscritti certificati. Hanno votato per il simbolo con l’http://www.movimento5stelle.it 31.343 iscritti, per il simbolo senza http 9.652 iscritti.

Scrive Grillo:

Il cambiamento del simbolo non avverrà immediatamente per questioni burocratiche. Nei prossimi tre mesi le persone con titolarità di utilizzo del logo del MoVimento 5 Stelle riceveranno istruzioni su come comportarsi. Fino ad allora potranno continuare a utilizzare il simbolo del MoVimento 5 Stelle attuale.

Ecco il comunicato 56:

Il 16 gennaio 2005 nasceva il Blog e il 4 ottobre 2009 a Milano fu fondato il Movimento 5 Stelle il cui simbolo riprendeva l’http://www.beppegrillo.it/. E’ stato il primo movimento politico nato da un Blog. Io ci ho messo la faccia, il nome e anche il cuore, ma oggi che il MoVimento 5 Stelle è diventato adulto e si appresta a governare l’Italia credo che sia corretto non associarlo più a un nome, ma a tutte le persone che ne fanno parte. Per questo voglio cambiare il simbolo eliminando il mio nome.
La consultazione di oggi è relativa al nuovo simbolo, che comunque dovrà essere riconducibile a quello attuale. La scelta è tra nessun indirizzo http al posto del mio nome o un nuovo http://www.movimento5stelle.it.

LEGGI ANCHE: Perché Beppe Grillo è il padrone del MoVimento 5 Stelle

BEPPE GRILLO, IL MOVIMENTO 5 STELLE E LA QUESTIONE SIMBOLO

– Le votazioni sono state aperte dalle 10.30 fino alle 19 di oggi. Il simbolo del Movimento 5 stelle finora era detenuto dal leader M5S. E paradossalmente lo è ancora. Giuseppe Grillo, nell’atto costitutivo, viene indicato infatti come “titolare effettivo del blog raggiungibile al sito www.beppegrillo.it, nonché titolare esclusivo del contrassegno:

Spettano quindi al signor Giuseppe Grillo titolarità, gestione e tutela del contrassegno, così come sua è la titolarità, gestione della pagina del blog.

I delegati sono designati dal Presidente. Il marchio depositato all’ufficio brevetti si differenzia leggermente dal simbolo indicato nell’atto (dove figura anche il sito). E se non è registrato all’ufficio brevetti poco importa. «Nello statuto Beppe Grillo è indicato come titolare e ha diritto di gestione del contrassegno M5S» ci spiegò Paolo Marzano docente di Tutela di proprietà intellettuale alla Università Luiss. «Il marchio può anche non esser registrato all’Ufficio Brevetti. Poco male, perché potrebbe esser un marchio di proprietà di fatto. Chi per primo lo utilizza ne è titolare se e fintanto e nei limiti territoriali e geografici del suo utilizzo. Se io aderisco ad una associazione il cui Statuto riporta che tale persona è titolare di tale marchio e prendo atto di conoscere ogni singola previsione di tale statuto ho anche accettato tale autorità di questo segno distintivo. Il marchio lo usa o Beppe Grillo o chi ha il consenso del titolare».