Nicola Porro si sfoga: «Solo un deficiente può pensare di chiudere un programma politico durante elezioni»

di Redazione | 19/05/2016

Nicola Porro

Nicola Porro, conduttore della trasmissione “Virus” in onda su Rai 2 (ora cancellata dal palinsesto Rai), si è sfogato con Selvaggia Lucarelli su M2O. Dagospia ricostruisce l’intervista del presentatore. «Non voglio fare la vittima, non sono uno che si piange addosso ma ovviamente mi hanno fatto fuori! Mi ha chiamato Alessandro Di Battista che, pur non pensandola come me su molti temi, mi ha espresso vicinanza e sostegno e si è detto sconcertato per l’accaduto». Stasera Porro sarà presente con le ultime puntate del talk.

guarda il video: 

«Solo un deficiente (Antonio Campo Dall’Orto ndr) – ha spiegato Porro – può pensare di chiudere un programma come Virus prima del 23 giugno. Una data nodale per chi ne capisce di politica interna e internazionale. Tra referendum inglesi, ballottaggi delle amministrative e quant’altro, quella data ha un peso per chi fa informazione politica. Al mio posto sono certo che ci metterà un bel poliziesco americano. Sa, quelli che piacciono tanto a Renzi».

Nicola Porro epurato in Rai? Per lui sarebbe pronto un paracadute a Mediaset

NICOLA PORRO: IL SOSTEGNO DI ENRICO MENTANA E ALESSANDRO DI BATTISTA

Tra i tanti in sostegno di Porro Enrico Mentana…

Da molti anni purtroppo vediamo queste cose che si chiamano, quando sono a grappoli, Editto bulgaro ma poi si chiamano anche in altro modo. Ci sono da sempre e dico sempre che in televisione c’è spazio per tutti. E, a costo di farmi tirare le orecchie dal mio editore, dico che siccome Porro era qua da noi e poi è andato alla Rai, se la Rai non lo vuole più secondo me le porte dovrebbero essere aperte.

E Alessandro Di Battista dei 5 stelle

CONTINUANO LE EPURAZIONI RENZIANE!
L’altro ieri è stato licenziato Belpietro, l’ex-direttore di Libero che aveva condotto inchieste su Banca Etruria e aveva scoperto che il padre della Boschi incontrava Flavio Carboni (già condannato per il crac del Banco Ambrosiano) per chiedergli consigli sulla banca. Oggi è il turno di Nicola Porro. Il suo programma, Virus, è stato cancellato dalla RAI renziana e non andrà in onda durante le due settimane dei ballottaggi.
Sia chiaro, né Belpietro e né Porro sono mai stati teneri con il M5S e su moltissime questioni hanno sempre avuto posizioni lontanissime dalle mie. Ma qui il punto è un altro: o sei ultra-renziano o ti cacciano!
La macchina del fango ha acceso tutti i motori disponibili. Il M5S è infangato quotidianamente e chiunque non si sia convertito sulla via di Verdini viene sbattuto fuori. Belpietro l’ha licenziato l’editore Angelucci, grande amico del pluri-imputato Denis. Porro l’ha mandato via mamma RAI, ormai occupata abusivamente da “renzini” senza spina dorsale (il resto del post lo potete leggere qui)


(in copertina foto ANSA/MATTEO BAZZI)