Fumo ecco le nuove regole, mozziconi di sigarette da domani scattano le multe

di Maghdi Abo Abia | 01/02/2016

Fumo ecco le nuove regole, mozziconi di sigarette da domani scattano le multe

Fumo e mozziconi di sigarette. Preparatevi fumatori, da domani scattano le multe per tutti coloro che abbandoneranno il filtro ormai esaurito della propria “paglia” per strada. Il decreto sulla Green Economy ha stabilito sanzioni fino a 300 euro per coloro che getteranno in terra i mozziconi di sigarette, al fine di preservare il decoro urbano delle città.

Sigarette
Fotogramma tratto da Anni ’90 (Youtube)

LE MULTE PER I MOZZICONI ARRIVANO FINO A 300 EURO

I mozziconi di sigarette non sono gli unici ad essere colpiti dal provvedimento. La legge di Stabilità prevede che la multa venga prevista anche per coloro che gettano in terra dei fazzoletti di carta. Il testo di legge introduce nel Codice dell’Ambiente, il d.lgs 152/2006 una nuova norma per contrastare il fenomeno dell’abbandono di mozziconi di sigarette e rifiuti di piccolissime dimensioni come gomme da masticare, scontrini, fazzoletti di carta, al fine «di preservare il decoro urbano dei centri abitati e limitare gli impatti negativi derivanti dalla dispersione incontrollata nell’ambiente». In caso di violazione la multa va da 30 a 150 euro, con un aumento fino a 300 euro in caso di abbandono dei rifiuti di prodotti da fumo, prodotti che non possono essere abbandonati «sul suolo, nelle acque e negli scarichi».

SIGARETTE: I PRODUTTORI DOVRANNO INVESTIRE IN UNA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SULL’INQUINAMENTO

Ovviamente la legge prevede per tutti i fumatori una soluzione affinché si eviti di gettare in terra i mozziconi di sigarette. Secondo il testo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale «i comuni provvedono a installare nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo». Allo stesso tempo vengono previste campagne di sensibilizzazione sul tema dell’inquinamento a cura dei «produttori, in collaborazione con il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare».

SIGARETTE: A CHI VIENE DESTINATA LA MULTA PER L’ABBANDONO DEI MOZZICONI

La multa, prosegue il testo di legge, è ripartita al 50 per cento tra lo Stato, che lo riassegnerà a sua volta a un apposito Fondo istituito presso «lo stato di previsione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare» e i comuni. Questi ultimi dovranno destinare il denaro a «apposite campagne di informazione da parte degli stessi comuni, volte a sensibilizzare i consumatori sulle conseguenze nocive per l’ambiente derivanti dall’abbandono dei mozziconi dei prodotti da fumo e dei rifiuti di piccolissime dimensioni nonché alla pulizia del sistema fognario urbano».

SIGARETTE: IN ATTESA DEL DECRETO ATTUATIVO CHE DIA IL VIA ALLA RIPARTIZIONE STATO-COMUNI DELLE MULTE

Infine, conclude il testo di legge, per quanto riguarda la destinazione di questi soldi, manca ancora un passaggio essenziale: «con provvedimento del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministero dell’interno e con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, da emanare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, sono stabilite le modalità attuative del presente comma». (In copertina: Fotogramma tratto da Anni ’90 – Youtube)

TAG: Sigarette