Michele Emiliano e gli assessori pugliesi scelti con il metodo 5 stelle (senza i 5 stelle)

di Stefania Carboni | 06/07/2015

michele emiliano assessori

Popolo delle sagre a raccolta. Michele Emiliano, neo governatore della Puglia, chiama i suoi seguaci per una consultazione on line che deciderà i futuri assessori in Regione. «Circa tremila persone – ha spiegato Emiliano sui social – hanno messo a disposizione il loro tempo, le loro competenze, la loro esperienza per scrivere nel dettaglio ciò che il governo regionale dovrà attuare nei prossimi cinque anni. Adesso sarà quello stesso popolo a scegliere gli assessori». Così, il cosiddetto “popolo delle sagre”, ovvero gli attivisti che hanno seguito Michelone in tutto il tour elettorale daranno il loro parere su papabili candidati: cinque persone, scelte da una lista di dieci nomi.

LEGGI ANCHE: Regionali Puglia 2015, la scalata di Michele Emiliano (snobbato da Renzi)

MICHELE EMILIANO ASSESSORI: I NOMI SCELTI

– Chi si vota? Si sceglierà sulle deleghe Trasporti e Lavori pubblici, Industria turistica e culturale, Formazione e Lavoro, Welfare, e Bilancio. In corsa per l’incarico di assessore ci sono Filippo Caracciolo, Giovanni Giannini e Raffaele Piemontese per il Pd; Antonio Nunziante, Giovanni Liviano e Leonardo Di Gioia provenienti dalla lista “Emiliano sindaco di Puglia”; Giuseppe Longo e Totò Negro per i Popolari; Domenico Santorsola e Sebastiano Leo per “Noi a sinistra per la Puglia”.

MICHELE EMILIANO E IL NO AI 5 STELLE

– I 5 stelle hanno cercato di proporre una rosa di nomi al neogorvernatore, invano. Gli otto consiglieri, nell’arco di un lavoro durato almeno un mese, avevano già raccolto oltre 160 curriculum. E puntavano non solo a rendere più aperto il voto on line ma ad inserire due tecnici in merito alle posizioni di assessore esterno. Il governatore ha detto no: secondo Emiliano non ci sono i tempi necessari.

michele emiliano assessori
Il post di Viviana Guarini, consigliere M5S in Puglia

«Non posso che apprezzare l’intento di collaborare, ma ci tengo a precisare che le due scelte libere che la legge mi assegna per designare gli assessori esterni verteranno su figure di mia assoluta fiducia, due donne riconducibili all’area del centrosinistra, caratterizzate da altissima competenza tecnica ed esperienza istituzionale, come peraltro ho dichiarato fin dal primo momento», ha sentenziato il governatore.
«Colgo comunque – aggiunge Emiliano – l’aspetto positivo della loro iniziativa, ma se l’avessimo concordata insieme all’inizio avremmo potuto effettivamente fare uno screening tecnico-politico delle migliaia di possibilità esistenti». «Non è mai troppo tardi – sottolinea – se decideremo di collaborare superando i sospetti reciproci. Ho sempre detto che la giunta sarebbe stata sottoposta ad una consultazione da parte del popolo delle Sagre del programma, e tanto sta regolarmente avvenendo. Ricordo che le Sagre erano aperte a tutti e che ho invitato a partecipare alle stesse anche il Movimento cinque stelle e gli altri candidati alla Regione».

MICHELE EMILIANO E GLI ASSESSORI ON-LINE: COME FUNZIONA

– I tremila iscritti al network di Emiliano potranno votare dopo aver ricevuto via mail il link per esprimere on-line il voto. Le urne virtuali sono aperte dalle ore 12 alle 18. I votanti, in base al curriculum dei candidati, potranno esprimere fino a cinque preferenze, abbinando le deleghe assessorili ai profili scelti. Si votano così gli assessori interni. Alle ore 18.30, all’hotel Parco dei Principi, Michele Emiliano annuncerà i “vincitori”.

(In copertina Michele Emiliano. Foto ANSA/ ANGELO CARCONI)