Michael Jackson: la sua vita in 10 video

di Redazione | 25/06/2015

Il 25 giugno di sei anni fa, Michael Jackson moriva improvvisamente nella sua casa di Holmby Hills, a Los Angeles. The King of Pop, entrato nel Guinness dei Primati come artista di maggior successo di tutti i tempi e più di un miliardo di dischi venduti ci lasciava nel 2009 per una somministrazione eccessiva di anestetico. Stando alle dichiarazioni del Dott. Murray, il medico assunto dalla società promotrice dei concerti che Michael avrebbe dovuto tenere a breve, nonostante la massiccia somministrazione di benzodiazepine al cantante, quest’ultimo non sarebbe riuscito ad addormentarsi. Alle 10.40 Murray gli somministrò una dose di Propfol,  facendo sprofondare il re del pop in un sonno da cui non si sarebbe più svegliato.

I PRIMI SUCCESSI CON I JACKSON FIVE –

I Jackson 5 si esibiscono all’Ed Sullivan Show.

L’AFFERMAZIONE SOLISTA CON OFF THE WALL –

Off The Wall è il primo album della storia con quattro singoli in classifica.

LA CONSACRAZIONE MONDIALE CON THRILLER –

Thriller diventa l’album più venduto di sempre negli Stati Uniti

IL CONCERTO PER LA MOTOWN –

Il 25 marzo 1983 Michael e i Jackson si esibirono in un concerto per festeggiare i 25 anni della Motown, la storica etichetta discografica che li aveva lanciati. Dopo aver cantato “I’ll Be There” con i fratelli Jacko torna sul palco con una giacca nera scintillante, un cappello scuro e un guanto bianco per cantare Billie Jean. Quell’abbigliamento divenne un’icona anche negli anni a venire. Durante quell’esibizione il cantante lanciò per la prima volta il moonwalk. L’evento fu seguito in televisione da più di 47 milioni di telespettatori.

L’INCIDENTE –

Il 27 gennaio 1984 i Jacksons girarono uno spot pubblicitario per la Pepsi Cola. Durante le riprese i capelli di Michael presero accidentalmente fuoco a causa di un guasto pirotecnico. Le ustioni furono molto gravi e il cantante dovette sottoporsi ad alcuni interventi di chirurgia plastica. In seguito all’incidente diverrà dipendente dagli antidolorifici. Il cantante decise di non fare causa alla Pepsi e donò il suo risarcimento (un milione e mezzo di dollari) al Brotman Medial Center di Culver City (California).

LA CASA BIANCA –

Il 14 maggio 1984 viene invitato alla Casa Bianca per ricevere un premio dal presidente Ronald Reagan per il sostegno dato agli enti benefici nella lotta contro alcol e droga.

LEAVE ME ALONE –

Nel 1987 la stampa si accorge dello schiarimento della pelle dedicandogli moltissima attenzione su tabloid e riviste. In risposta alle ipotetiche operazioni chirurgiche Michael pubblica “Leave Me Alone”, lasciatemi in pace.

 LE FALSE ACCUSE DI ABUSI SESSUALI –

Nel 1993 fu accusato per la prima volta di molestie sessuali. Evan Chandler, dentista radiato dall’albo di Beverly Hills, lo denunciò (civilmente) per abusi sessuali su suo figlio Jordan, allora minorenne. Michael si dichiarò totalmente innocente.

YOU ARE NOT ALONE –

Nel 1995 You Are Not Alone diventa il primo singolo della storia ad entrare in classifica direttamente al primo posto

L’ULTIMO CONCERTO –

L’ultimo concerto di Michael Jackson, tenuto a Londra due giorni prima della morte