Maurizio Landini: «occupare le fabbriche? Si, per difendere il lavoro»

di Maghdi Abo Abia | 06/10/2015

Maurizio Landini

Maurizio Landini si dice pronto ad azioni eclatanti pur di difendere il lavoro. Il segretario della Fiom avrebbe detto ai microfoni di Agorà su Raitre, e lo riporta una nota della trasmissione, che sarebbe pronto a «occupare le fabbriche. Sarei pronto a farlo per difendere il lavoro».

Maurizio Landini
ANSA/GIORGIO BENVENUTI

 

LEGGI ANCHE: Whirlpool. Renzi prende in giro Landini: «La sedia non brucia»

MAURIZIO LANDINI: «DEMOCRATICAMENTE SIAMO PRONTI A DETERMINATE AZIONI»

«Oggi qualsiasi azienda che chiude è persa per sempre. Per difendere posti di lavoro e crearne di nuovi siamo pronti ad utilizzare, democraticamente come abbiamo sempre dimostrato, determinate azioni». Le parole di Maurizio Landini seguono l’azione dei dipendenti Air France-KLM che nella giornata di ieri hanno picchiato i rappresentanti dell’azienda all’esterno della sede a Roissy. I sindacati chiedono al governo di scongiurare i licenziamenti auspicando un impegno per il riassetto: «Solo un progetto industriale fondato su uno sviluppo ambizioso potrà suscitare l’adesione dell’insieme dei dipendenti Air France». I sindacati hanno ricordato che il governo detiene il 17 per cento di Air France ed alle accuse di violenze hanno risposto: «Chi semina vento semina tempesta». (Photocredit copertina ANSA/GIORGIO BENVENUTI)