Travaglio su De Vito: «Purtroppo capita che qualcuno prenda le tangenti» | VIDEO

di Redazione | 21/03/2019

Travaglio difende Raggi
  • Marco Travaglio ha commentato l'arresto del 5 Stelle Marcello De Vito

  • A Tagadà aveva detto: "Capita sempre che qualcuno prenda le tangenti"

  • Poi torna sulla gravità dell'episodio nell'editoriale per il Fatto Quotidiano

In meno di 24 ore, Marco Travaglio scivola su Marcello De Vito a Tagadà su La7 e poi si riprende firmando un duro editoriale contro di lui sul Fatto Quotidiano. Il direttore del giornale è infatti intervenuto nel programma della rete di Urbano Cairo per commentare il fatto giudiziario del giorno, ovvero l’arresto del presidente dell’Assemblea Capitolina, in quota Movimento 5 Stelle. A Tagadà, Marco Travaglio ha affermato che per lui, in ogni caso, resta più grave il salvataggio di Matteo Salvini attraverso il voto contrario dei pentastellati all’autorizzazione a procedere chiesta al Senato, rispetto all’arresto dell’esponente della maggioranza di Roma.

LEGGI ANCHE > Luigi Di Maio caccia Marcello De Vito dal Movimento 5 Stelle

Marco Travaglio: «Purtroppo capita che qualcuno prenda le tangenti»

«Purtroppo capita sempre che qualcuno vada a prendere le tangenti» – si lascia sfuggire il giornalista, che in altre circostanze – come gli viene contestato sui social network – non è stato così tenero con indagati di altri partiti politici. Tuttavia, la sua posizione di ferma condanna all’episodio legato a Marcello De Vito si concretizza nell’editoriale comparso questa mattina sulle colonne del Fatto Quotidiano e intitolato «Devitalizzati».

L’editoriale di Marco Travaglio contro De Vito

Nel commento, infatti, Marco Travaglio rimprovera ai 5Stelle il fatto di non aver realizzato una selezione più concreta nella scelta dei propri rappresentanti. Inoltre, arriva addirittura a citare Giorgia Meloni, ideologicamente molto distante dalle idee del giornalista: «Se ai 5Stelle levi l’onestà – scrive Travaglio citando la leader di Fratelli d’Italia – restano soltanto gli show di Grillo».

In ogni caso, nell’articolo, Travaglio cerca di difendere comunque il Movimento 5 Stelle dal vulnus che l’episodio di Marcello De Vito ha creato. Si segnala la sua distanza con la sindaca Virginia Raggi, dettata da motivi personali (l’attuale sindaco di Roma ha battuto De Vito nella consultazione online per scegliere il candidato alle elezioni che hanno fatto trionfare il Movimento 5 Stelle) e da alcune scelte politiche. E inoltre, si ricorda che – a differenza di quello che accade in altri partiti – De Vito è stato immediatamente espulso dal Movimento 5 Stelle dopo la notizia del suo arresto.

(Foto Zumapress da archivio Ansa: Daniela Parra Saiani / Pacific Press via ZUMA Wire)