Kepler 452B in arte Keplero: esiste una seconda Terra e sappiamo dov’è. E potrebbero essercene altre 11

di Boris Sollazzo | 23/07/2015

Gli anni e i cicli solari sono gli stessi, o quasi. Anche lei ha un sole. E’ grande il 40% in più e riceve dalla sua stella il 10% dell’energia in più. E’ più vecchia (ha circa 6 miliardi di anni). Insomma, è una sorta di sorella maggiore.

LEGGI ANCHE: PLUTONE DIVENTA UN MEME, LE IMMAGINI PIU’ DIVERTENTI

telescopio Keplero
Il telescopio spaziale Keplero

Di cosa parliamo? Di Kepler 452B, pianeta fratello, anzi cugino della nostra amata e bistrattata Terra, dove potrebbe esserci vita. O esserci stata. C’è solo un problema: laddove è arrivato il telescopio spaziale Keplero (che ha anche un account twitter, @NasaKepler), lanciato in orbita nel 2009 nell’ambito della missione Discovery, volta proprio a trovare forme celesti simili alla nostra, noi arriveremo con difficoltà. 1400 anni luce non si fanno facilmente con i mezzi che abbiamo attualmente. Certo, la curiosità è grossa: nella costellazione Cigno, che la ospita, astri e affini sono per il 70% compatibili con tutto ciò che abita la Via Lattea.

Il film Another Earth immaginava il giorno di questa scoperta – e che non portava molto di buono -, lo immaginava come un luogo raggiungibile. Per noi per ora rimane un sogno. O forse un incubo, dal momento che, essendo più anziana, potrebbe anche rivelarci quale sarà la nostra fine, se ci aspetta un illuminato progresso o un’inevitabile Apocalisse.

Ma ci sono almeno altre 150.000 stelle da esaminare. Magari troveremo una sorella ancora più somigliante alla nostra Terra. Ma di certo Kepler 452B, come dicono i ricercatori Thomas Barclay ed Elisa Quintana della Nasa, saprà dirci molte cose su chi siamo e, forse, saremo. E su cosa potrebbe succederci.

Intanto Keplero viaggia. Presto la Nasa potrebbe annunciarci altri 11 pianeti “cugini”.