Isis: la Francia dà il via ai primi raid in Siria

di Valentina Spotti | 27/09/2015

Primi raid francesi sulla Siria: a renderlo noto è il quotidiano francese Le Monde, ed è stata poi confermato dall’Eliseo. La decisione di estendere i raid sulla Siria contro la «minaccia terroristica dell’Isis» deriva dal fatto che l’esercito francese è già impegnato in Iraq: gli obiettivi sul suolo siriano sarebbero stati individuati nelle ultime due settimane.

RAID FRANCESI CONTRO L’ISIS –

«Il nostro Paese – si legge nella nota diffusa dall’Eliseo – Conferma il suo impegno risoluto a combattere contro la minaccia terroristica rappresentata da Daesh. Colpirà ogni volta che la nostra sicurezza nazionale è in gioco». Il primo raid avrebbe avuto come risultato la distruzione di un campo di addestramento dell’ISIS nella Siria orientale: a darne notizia è stato Hollande in persona, sottolineando che l’obiettivo costituiva una «minaccia per la sicurezza nazionale» e che nessun civile sarebbe stato colpito.

CRESCONO I FOREIGN FIGHTERS –

Nel frattempo, il New York Times pubblica i numeri relativi ai foreign fighters: i guerriglieri provenienti dall’Occidente che si arruolano tra le file dell’Isis. Secondo le fonti di intelligence citate dal quotidiano statunitense, nell’ultimo anno il loro numero sarebbe raddoppiato: si parla di 30.000 guerriglieri, un esercito che cresce al ritmo di mille nuove reclute al mese.

(Photocredit copertina: ANSA/ARCHVIO)

TAG: ISIS, Siria