«L’ISIS tornerà a colpire l’Europa. È una certezza»

di Valentina Spotti | 13/02/2016

isis attacchi europa

L’Isis tornerà a colpire in Europa, con nuovi attentati. È l’allarme lanciato dal premier francese Manuel Valls a margine della Conferenza sulla Sicurezza che si sta svolgendo a Monaco di Baviera. Le parole di Valls sono nette: parla di «minaccia mondiale» e sottolinea: «Dobbiamo dire questa verità alla nostra gente: ci saranno altri attacchi. Questa minaccia è destinata a durare. Per questo dobbiamo combatterla con la più grande determinazione».

«CI SARANNO ALTRI ATTACCHI DELL’ISIS IN EUROPA»

«Siamo in una guerra perché il terrorismo ci combatte – ha detto il premier Valls – Ci saranno altri attacchi e grandi attentati in Europa, questa è una certezza. La minaccia non diventerà minore, anche se noi lo vorremmo». Secondo il capo del governo francese la situazione attuale può essere definita di «iper-terrorismo» e nuovi eventuali attacchi potrebbero essere ancora più sanguinosi rispetto a quelli che il 13 novembre scorso colpirono Parigi.

TENSIONE TRA RUSSIA E STATI UNITI

A Monaco si è parlato anche di Siria e del fragile accordo per la fine delle ostilità. Tensione tra Stati Uniti e Russia , con il premer Dmitri Medvedev che ha parlato di «una nuova Guerra Fredda» nelle relazioni tra la Russia e l’Occidente. Sulla Siria ha sottolineato come non ci possa essere «alternativa al dialogo internazionale, non possiamo permetterci una nuova Libia, un nuovo Afghanistan o un nuovo Yemen», E ancora: «Se la situazione in Siria e in altre zone ‘calde’ non si normalizzerà, il terrorismo si tramuterà in in nuovo tipo di guerra coinvolgendo il mondo intero».

(Photocredit copertina: ANSA)

TAG: ISIS