La bufala dell’immigrato che violenta una bambina e del padre che «gli taglia le p. e gliele fa mangiare»

di Valentina Spotti | 15/07/2015

maria pappacoda

«Immigrato violenta bambina di 7 anni: il padre gli taglia le palle e gliele fa mangiare». È questo il titolo di un articolo che sta facendo il giro della Rete nelle ultime ore, e che racconterebbe un orrendo episodio di violenza. Il condizionale però è d’obbligo, perché la “notizia” è, in realtà, una bufala.

immigrato-violenta-bambina-taglia-palle-bufala
L’articolo su Senzacensura.eu condiviso su Facebook

LA STORIA DEL MAROCCHINO CHE VIOLENTA UNA BAMBINA DI SETTE ANNI –

Andiamo per gradi. Come ricostruiscono Bufale un tanto al chilo e successivamente Bufale.net è il sito web Senzacensura.eu a pubblicare l’articolo, che racconta di un presunto fatto di cronaca avvenuto a Catania dove Chiara, una bambina di sette anni, sarebbe stata violentata da un immigrato marocchino poco più che trentenne. La violenza, racconta ancora Senzacensura.eu, sarebbe avvenuta sotto gli occhi del fratellino che sarebbe corso a chiamare il padre. Questi avrebbe aggredito il marocchino con pugni e calci fino a fargli perdere conoscenza. Il racconto prosegue con il marocchino che torna in sé, e che si accorge di avere i propri testicoli tra le mani, amputati dal padre. L’uomo lo costringe ad ingoiarli. L’articolo di Senzacensura.eu finisce con il marocchino morto per dissanguamento, il padre arrestato con l’accusa di omicidio colposo e la classica chiosa contro gli immigrati:

Questa è una delle tante notizie che ci affliggono giorno dopo giorno,ma io mi chiedo,se a quest’ora questo immigrato marocchino non avrebbe stuprato la ragazzina o ancora meglio se gli Italiani non accogliessero questa gente,lui non sarebbe ancora vivo?
A voi i commenti gente e meditiamo,meditiamo veramente tanto…

NESSUNA TRACCIA SULLE AGENZIE –

L’articolo di Senzacensura.eu, pubblicato il 13 luglio, è diventato virale e ha ottenuto oltre 250mila condivisioni su Facebook, causando anche un momentaneo blackout del sito a causa dei troppi accessi. Ma la notizia del padre che “taglia le palle” all’immigrato dopo che questi aveva violentato la sua bambina, non è nient’altro che una notizia falsa. Come fa notare Bufale.net, di questa notizia non si trova traccia né sulle agenzie di stampa né su altri siti che si occupano di news: se un simile fatto fosse realmente accaduto sarebbe subito finito sulle cronache nazionali, colonizzando l’attenzione della stampa per giorni. Impossibile che un fatto tanto efferato relativo a un tema così caldo – dove peraltro si racconta anche del coinvolgimento di mezzi di soccorso e forze dell’ordine – non finisca in prima pagina.

SOLO UNA BUFALA –

Inoltre, prosegue Bufale.net, l’episodio raccontato da Senzacensura.eu è una quasi una copia carbone di altri articoli pubblicati sul sito, che inventano di sana pianta presunte violenze commesse dagli immigrati, che vengono poi “puniti” da un cittadino italiano. Il tutto condito da dettagli decisamente pulp (come il marocchino che si sveglia con i testicoli in mano ed è costretto a ingoiarseli) e dalla chiusa dell’autore dell’articolo, che propone immancabilmente di “rispedire a casa propria” gli immigrati che arrivano in Italia. Nonostante mano a mano che si legga l’articolo i dettagli truculenti fanno subiti scattare il sospetto che si tratti di una bufala, il post di Senzacensura.eu continua a essere letto e condiviso. Purtroppo si tratta dello scopo perseguito dai siti come Senzacensura: aumentare il traffico sul proprio sito e diffondere la paura e l’odio razziale attraverso la disinformazione. In più, come riportava un anno prima Bufale un tanto al chilo, la bufala sembrerebbe essere partita addirittura come puro e semplice clickbait

Il giochino è semplice: si fa un post su Facebook con un titolone che attira gente e relativa immagine. E si mette un bel link ad una pagina di un blog che non ha nulla a che vedere con la notizia.

(Photocredit copertina: ANSA – Immagine di repertorio)