Il banchetto vip in Vaticano per la doppia beatificazione che fa arrabbiare Papa Francesco

di Redazione | 22/05/2014

Papa Francesco sembra non aver preso affatto bene il buffet per vip organizzato per il giorno della santificazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II sulla terrazza della Prefettura Vaticana e, in un documento riservato, parla di «fatto grave in cui l’immagine della Santa Sede risulta compromessa». A rivelarlo è stata ieri la tramissione di Italia Uno Le Iene in un servizio realizzato dal giornalista Filippo Roma e nel quale vengono riportate le lamentele del Pontefice e le giustificazioni del cardinale presidente della Prefettura.

 

terrazza prefettura vaticano ricevimento 1

 

IL RICEVIMENTO MONDANO SU PIAZZA SAN PIETRO – Ricostruiamo la vicenda con ordine. Nel giorno della santificazione dei due Papi, il 27 aprile, alla presenza in piazza San Pietro del Pontefice in carica e di quello emerito, di diversi capi di Stato e di milioni di pellegrini arrivati da tutto il mondo, si è svolto sulla terrazza della Prefettura Vaticana (che affaccia proprio su Piazza San Pietro) un ricevimento con buffet per personaggi famosi per niente in linea con lo spirito che Papa Francesco ha voluto dare al suo Pontificato. A dare notizia dell’evento mondano è stato innanzitutto il sito Dagospia, che ha pubblicato anche numerose foto dei protagonisti del banchetto, e il giorno dopo viene ripresa da alcuni tra i principali quotidiani italiani. Al ricevimento avrebbero partecipato giornalisti come Roberto D’Agostino e Bruno Vespa, ma anche personaggi di rilievo del mondo economico, come il presidente della Banca Vaticana e l’imprenditore Marco Carrai, vicinissimo al premier Matteo Renzi. I giornali parleranno in particolare nei giorni successivi di «duecento selezionatissimi ospiti, giornalisti, neopotenti, imprenditori, monsignori e ambasciatori».

 

terrazza prefettura vaticano ricevimento 6

 

IL DISAPPUNTO DEL PONTEFICE – La notizia – qui comincia il racconto de Le Iene – non piace a Papa Francesco, il quale, in un documento riservato di cui sono entrati in possesso i giornalisti della tramissione Mediaset, scrive che «persone non bene identificate si sarebbero impegnate a reperire fondi per organizzare iniziative in occasione della canonizzazione». E ancora, denuncia il Pontefice: «Si tratta di un fatto grave in cui l’immagine della Santa Sede risulta compromessa. Il Santo Padre si è rammaricato per le notizie trapelate». Ovviamente la notizia chiama in causa anche la Prefettura, che sarebbe coinvolta nell’organizzazione dell’evento, considerando (oltre al fatto che il banchetto si è svolto sulla sua terrazza) che dal Vaticano sarebbero partiti inviti ad alcune società per sponsorizzare l’evento mondano.

 

terrazza prefettura vaticano ricevimento 7

 

IL CARDINALE DICE DI NON SAPERE – Intervistato da Le Iene il cardinale Giuseppe Versaldi, presidente della Prefettura per gli Affari economici della Santa Sede, però dice di non essere a conoscenza dell’organizzazione e di essersi già messo all’opera per chiarire il caso: «Non ho nè organizzato, nè assistito a quanto avvenuto sul terrazzo. Io ero con il Papa in Piazza San Pietro. Io ero a Lourdes quando ho ricevuto dal mio ufficio la telefonata che mi diceva se si poteva attrezzare una struttura per accogliere chi non poteva essere ospitato in piazza San Pietro. Non mi hanno detto nemmeno chi erano e nemmeno che c’era un catering!». «Io – ha proseguito Versaldi rispondendo alle domande incalzanti di Filippo Roma – non ero informato (dell’evento, nda) e non si parlava di questa mescolanza tra sacro e mondano. Sono meravigliato e indignato. Ho cominciato subito una ricerca di chiarimento che è ancora in corso per capire chi può aver avuto la responsabilità di tale episodio in contrasto con lo spirito di una canonizzazione e soprattutto in contraddizione con lo spirito che papa Francesco vuol dare, di sobrietà e di partecipazione popolare a queste celebrazioni». Sul Papa poi il cardinale ha detto: «Non è rimasto contento». Infine ha garantito: «Questi episodi non capiteranno più. Individuate le persone responsabili verranno messe in guardia. Il Papa è a conoscenza di questa situazione prenderà lui i provvedimenti che riterrà necessari».

 

terrazza prefettura vaticano ricevimento 8

 

GLI SPONSOR CONFERMANO IL PAGAMENTO – E le aziende a cui sarebbero stati chiesti soldi dalla Prefettura per l’evento, ovvero il fondo sanitario Assidai e la società petrolifera Medoilgas, cosa rispondono intanto? Anch’esse alle Iene dicono di non avere responsabilità nell’organizzazione del buffet, ma confermano il pagamento di somme di denaro. Nel dettaglio, per l’evento la Medoilgas per l’evento avrebbe dato 5mila euro alla Prefettura, mentre l’Assidai qualcosa in più, 12/13mila euro, secondo quanto riferisce il responsabile per le relazioni esterne di entrambe le società, Clemente Senni. E a chi sarebbero stati dati i soldi? «Io ho parlato con dei rappresentanti dell’amministrazione della prefettura, degli impiegati», ha spiegato Senni, che però non chiarisce se il versamento del denaro è stato avvenuto con fatturazione e con bonifico. Misteri.

 

(Fonte immagini: Le Iene / Italiauno / Mediaset)